Crea sito

Featured Posts

  • Prev
  • Next

Genova, produzione di energia attraverso il peso

Posted on : 14-07-2012 | By : admin | In : News tecnologie

Tag:, , , , , , , , , , , ,

0

Per la serie “Energia elettrica in modo innovativo” descriviamo oggi un sistema che verrà adottato a Genova, più precisamente al porto. Una società israeliano ha infatti messo a punto un sistema, concettualmente semplice da capire, che attraverso il passaggio di un pesante autoveicolo riesce a produrre energia elettrica. Tale sistema si compone di un piccolo dosso : il passaggio del veicolo causa una notevole pressione che aziona delle pompe a pistoni (volumetriche) . E’ chiaro quindi che un sistema simile possa essere conveniente in luoghi dove passano molti autoveicoli pesanti e a velocità ridotte ( porti, stazioni di scalo merci, dogane,ecc) . Ne deriva un vantaggio anche economico, oltre che ambientale.

 

Bus e auto mossi dalle frenate

Posted on : 13-07-2012 | By : admin | In : News tecnologie

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

In questo articolo parleremo di due casi ben distinti, ma riconducibili ad un medesimo effetto. Il primo progetto è stato finanziato dall’Unione Europea  e consiste nella messa in circolazione di 2 autobus ibridi , dove la parte elettrica funziona senza batterie. Sostanzialmente il sistema accumula l’energia durante  le frenate per poi cederla durantegli aumenti di velocità. Questo sistema ,applicato con successo già in alcuni stati europei, vedrà la luce anche in Italia . Infatti i due autobus sono stati acquistati dalla società che gestisce i trasporti bolognesi  e sfruttano l’energia inerziale grazie a condensatori e capacitori. Questa innovazione può risultare molto utile in tracciati cittadini ,dove frenate e accelerazioni sono un continuo susseguirsi. Ne consegue un evidente risparmio energetico.

Il secondo progetto che andiamo a descrivere brevemente è stato sviluppato e finanziato dal Ministero dello Sviluppo spagnolo, il quale ha scelto la propria rete ferroviaria  come offerente di ricarica elettrica per auto che sfruttano questa fonte di energia.  Il progetto ha l’obiettivo di convolgiare l’energia prodotta dalle frenate del treno in apposite piazzole provviste anche di pannelli fotovoltaici : qui le auto potranno ricaricarsi . Il Ministero competente ha dichiarato che con questo sistema si potrà recuperare dal 5 al 10% dell’energia utilizzata dalla rete ferroviaria per muovere i convogli ferroviari.  Anche in questo caso si propone uno sviluppo dell’industria del settore rinnovabile e un forte impulso alla diffusione dell’auto elettrica,specie se i tempi di ricarica delle batterie per auto saranno relativamente brevi e i costi competitivi.

L’aviazione che rispetta di più l’ambiente

Posted on : 05-07-2012 | By : admin | In : News tecnologie

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

L’aereo è un mezzo di trasporto  veloce e comodo , ma come sappiamo è amche il mezzo di trasporto più inquinante sia sotto il profilo della CO2 ,ma anche sotto il profilo di altre sostanze molto inquinanti (tra cui le celebri scie chimiche) . E’ iarouindi che,attualmente, l’aviazine non rispetta di certo l’ambiente, ma sono in atto diversi progetti (uno terminato di recente) che possono ridurre sensibilmente gli scarti inquinanti.

Uno dei progetti, che però verrà trasformato in realtà solo dopo il 2040 , è l’aereo a gas .  Questo modello di aereo , chiamato SUGAR Freeze , stoccherà il carburante sottoforma di liqido (sostanzilamente il gas viene mantenuto a temperature molto basse, ed ecco perchè è chiamato “freeze” ) . Il risparmio stimato  è all’incirca del 64% . Una percentuale enorme insomma, se valutiamo  il profilo economico, energetico ed ambientale.

Il progetto che invece è stato terminato di recente, 18 giugno 2012 , è il decollo di un Airbus A319 che utilizza come combustibile dell’olio da cucina esausto (per il 50% della miscela)  e quindi  trattato prima dell’uso.  Con le giuste attenzioni        ( cabina leggera, pulizia esterna del mezzo, traiettoria che favorisce  il movimento,ecc… ) si è misurato un risparmio del 40% rispetto al consumo medio per la stessa tratta. Il progetto è stato portato avanti da Airbus e Air Canada.

Prossime consolle controllate con il pensiero

Posted on : 01-06-2012 | By : admin | In : News tecnologie, Novità e progetti hardware

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Non è una dichiarazione ufficiale nè tantomeno una previsione certa, ma che potranno mai inventarsi dopo il joystick senza fili e il sensore di movimento? Immagino proprio che il prossimo passo sia il controllo vocale perfezionato e l’introduzione del controllo tramite impulsi nervosi.

Già dal 2009 è stato presentato un dispositivo in grado di convertire la concentrazione e gli impulsi celebrali in bit da inviare ad una consolle,ma il campo di applicazione era molto diverso da quello di un videogioco. Si trattava infatti di un semplice ventilatore azionato a distanza e in maniera modulare  (cioè si regolava col pensiero la potenza) .

Successivamente è stato messo sul mercato un gadget che consiste in orecchie di gatto che si abbassavano in fase di rilassamento e si ergevano in fase di concentramento.

Il prossimo passo sarà una futura versione di Wii  o un console analoga?

Dal 2015 servirà un nuovo decoder ,ma non allarmatevi!

Posted on : 25-04-2012 | By : admin | In : Altre news, News tecnologie

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Sono circolate diverse voci in questi giorni riguardanti una novità introdotta da Monti per i decoder. Questa notizia, contenuta nel decreto di semplificazione fiscale, prevede un nuovo cambio di decoder nel 2015. La motivazione di questa decisione sta nel desiderio di effettuare una restrinzione di frequenze (da 55 a 34) .

Data l’esigenza di possedere più canali e di trasmettere con altre tecnologie , il 1° luglio 2015 avverà questo cambio. C’è chi si chiede com’è possibile pensare già ad un nuovo decoder quando non tutta l’Italia ha già effettuato lo switch-off  iniziato nel 2008. effettivamente non posso dare loro torto, ma c’è da considerare che la gente sarà molto più preparata e avverranno quasi sicuramente meno incomprensioni , considerando che il nostro sistema  televisivo non aveva mai effettuato un cambio così significativo sin dalla sua nascita.

Dal punto di vista economico pare che non ci sia da preoccuparsi: il passaggio al nuovo standard, capace di trasmettere in 3D e in risoluzione 4K (il doppio del full HD) , non compromette il vecchio sistema, che resterà disponibile ,a detta degli esperti, per diversi anni dopo il 2015. Inoltre le nuove TV  saranno dotate di decoder incorporato per il nuovo digitale terrestre (come quelle attuali del resto) e,anzi, alcune case produttrici hanno già immesso sul mercato TV predisposte per il nuovo standard ,chiamato  DVB-T2 . Pertanto se state per comprare una nuova TV,specie se di fascia alta e magari in 3D , assicuratevi della presenza di questo standard, altrimenti tra 3 anni potreste trovarvi a non poterla utilizzare in tutti i suoi servizi.

Concludendo, possiamo dire che il prbolema è relativo per le persone che ricevono senza problemi il digitale terrestre, perchè un cambio di Tv , nel 2015 o in anni successivi, risolverebbe il problema. Spero che non sopraggiunga la necessità ,per chi non riceve il digitale terrestre, di acquistare un ennesimo e diverso decoder satellitare.

4G LTE in Italia : primi test conclusi e sviluppo dopo l’estate 2012

Posted on : 04-04-2012 | By : admin | In : News tecnologie

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Il lancio nel Nuovo iPad ha provocato la diffusione di diversi articoli relativi alla tecnologia 4G , già  disponibile in America  ma non in Italia. In un nostro articolo abbiamo un po’ criticato il nuovo iPad a causa di diverse sue caratteristiche non compatibili con il mondo italiano e , in generale, con le attuali tecnologie.  Potete rilggervi l’articolo sull’iPad qui, mentre in questo articolo intendo illustrare brevemente le previsioni riguardo la tecnologia 4G LTE , capace di raggiungere velocità molto più elevate di quelle attuali (possiamo dire di avere l’ADSL satellitare) .

Telecom ha già fatto i test a febbraio 2012 , offrendo alcune postazioni in modo da testare la connessione. I test hanno avuto risultati positivi e ,dato l’enorme interesse del mondo tablet e smartphone, le compagnie telefoniche si sono attivate per aggiudicarsi le frequenze. Stando alle ultime previsioni la nuova rete dovrebbe cominciare ad aprirsi al pubblico nel corso dell’estate 2012 e raggiungerà una buona superficie di copertura alla fine dell’anno.

Una connessione di rete così performante potrebbe far nascere computer con ingresso SIM (ne sono già usciti alcuni modelli lo scorso anno, ma non hanno avuto un gran successo, considerando che la rete 3G è lenta e si preferisce connettersi con chiavetta o wifi) . Computer con ingresso SIM potrebbero essere veramente un incrocio tra  un portatile (come prestazioni) e un tablet  .

Hard disk molto più spaziosi per Seagate

Posted on : 01-04-2012 | By : admin | In : News tecnologie, Novità e progetti hardware

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Gli hard disk classici attualmente in commercio  (cioè quelli rotanti) hanno capacità massime di 3TB . All’incirca si parla quidi di poter stipare 1Tb di dati in 1 pollice quadrato.

Grazie ad una nuova tecnologia Seagate ha intenzione di offrire tra poco tempo HDD da 6TB  (3,5 ”) e da 2TB  (2,5”)  ed arrivare infine ad hard disk di 60TB (3,5”) e da 20TB (2,5”) . Tutto ciò è reso possibile da una diversa modalità di registrazione magnetica, assistita da calore.

Super fibra ottica: nuovo record. E mentre sognamo, la situazione italica è ancora arretrata.

Posted on : 18-03-2012 | By : admin | In : Altre news, News tecnologie

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Ennesimo record nel campo dei trasferimenti effettuati tramite la fibra ottica. La Deutsche Telekom ha infatti stabilito una velocità di trasmissione pari a circa 400gb/s netti , una velocità che supera il precedente record  e ,anzi, lo quadruplica. Non cè molto da dire , se non che questi esperimenti chissà tra quanti anni verranno installati a livello nazionale. Da un punto di vista pratico, almeno in Italia, la stragrande maggioranza degli utenti possiede un contratto da 7,2 mb ,anche se poi al netto diventano  da 4 a 6 mb. In percentuale sono pochi coloro che godono di un contratto da 20mb, il quale è stato tra l’altro al centro di dibattiti nel 2010-2011 in quanto non prometteva nemmeno la metà della banda dichiarata (in altre parole la connessione si aggirava ai 9-10 mb). Solo pochissimi eletti posseggono invece cntratti al di sopra dei 20mb, così come esistono alcuni paesi non ancra coperti (e questo è vergognoso) dall’ADSL.

Apple, già pronto il wi-fi 5g sui nuovi dispositivi

Posted on : 15-02-2012 | By : admin | In : Altre news, News tecnologie

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

In un nostro recente articolo abbiamo parlato del wifi 802.11 ac , che saràconosciuto più comunemente come wifi 5g. La nuova tecnologia di trasmissione dati wireless supera un gigabyte per secondo nella trasmissione dati e potrebbe essere supportata dai dispositivi Apple che verranno immessi sul mercato a fine 2012 e inizio 2013. Questo standard, che prevede una velocità più che doppia rispetto all’attuale, disporrà non più di 3 antenne: potremo averne sino ad 8.

La previsione che i prodotti Apple saranno dotati della nuova tecnologia si fonda sul fatto che proprio il suo fornitore di chipset wireless,Broadcom, l’ha presentata al CES 2012.

Wi-fi 5G , in arrivo a fine 2012 e ampia diffusione nel 2013

Posted on : 15-02-2012 | By : admin | In : Altre news, News tecnologie

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Il wi-fi  802.11 n  ci accompagna sin dal 2009. E con la sua velocità teorica di 500 mbps  è stato protagonista soprattutto dell’anno 2010 (tutti i dispositivi nuovi ne erano dotati) e  nel 2011 ( ampissima diffusione ) . Tuttavia ,pur considerando che ci sono ancora molti utenti con il wifi 802.11 b/g , è stato presentato il nuovo standard di trasmissione, chiamato  wifi 802.11 ac . Sarà meglio conosciuto come wifi 5G e comparirà a fine 2012. E nel 2013 ,molto probabilmente, i nuovi dispositivi ne saranno sicuramente dotati.

La velocità teorica di questo standard di trasmissione sarà più che doppio rispetto all’attuale : 1,35 gbps.