Crea sito

Featured Posts

  • Prev
  • Next

Facebook : chat sotto controllo

Posted on : 17-08-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Per Facebook la sicrezza è molto importante, sicuramente piùdella privacy degli utenti. Questo è dimostrato dal sistema adottato da Facebook pr prevenire ogni forma di pericolo.

Il sistema infatti tiene sotto controllo tutte le nostre chat ,messaggi e stati tramite un sistema automatico e in caso di parole ” a rischio emergenza” o comportamenti considerati anomali interviene anche la parte umana. Il sistema è stato collaudato incastrando un tentativo di pedofilia .

 

Youtube , maggiore privacy con l’oscuramento dei volti

Posted on : 17-08-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

0

A molti sembrerà una ottima idea e un servizio che magaricercavano da tempo con diversi software. Altri invece non lo useranno mai perchè credono che il bello dei video di Youtube sia proprio la visione originale del video, senza modifiche. Qualunque sia la vostra idea, ritengo molto interessante la possibilità di oscurare volti nei video di Youtube attraverso l’editor interno, proprio come avviene nei filmati che vediamo spesso in TV (come le denunce di Striscia la Notizia ad esempio).

La protezione della privacy permette ai protagonisti di non avere ripercussioni nella vita reale che comprometterebbero magari gli aspetti lavorativi o comunque di notevole importanza. Il processo è difficilmente reversibile e comunque molto costoso da attuarsi.

Rumors Apple : riassunto

Posted on : 17-08-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

In questo periodo ,come ogni anno del resto, vengono pubblicati in rete centinaia di articoli riguardo ai rumors Apple. E’ infatti questo il periodo che segna l’imminente arrivo del nuovo iPhone. In questo articolo vogliamo riordinare le idee ai lettori facendo un breve riassunto dei rumors più diffusi e ,allo stesso tempo, dare una nostra opinione sull’affidabilità.

YOUTUBE RIMOSSO DAL SISTEMA OPERATIVO INSIEME A GOOGLE MAPS : Le discordie tra Google e Apple ,anche per via della concorrenza Android, ha interrotto la collaborazione tra le due società  e nel nuovo sistema operativo non vedremo più Google Maps ( secondo me erano molto buone, anche per via dello Street View ) . Al posto del celeberrimo servizio di Google ne vedremo uno sviluppato da Apple.  Certo resta incomprensibile come Apple potrà in breve tempo coprire il territorio senza l’ausilio di Google.  La stessa cosa vale anche per Youtube, che molto probabilmente resterà disponibile sull’App Store, ma non verrà implementata di base  nel sistema operativo. Speriamo solo che l’applicazione non venga monetizzata , anche perchè in tal caso sarebbe un vero scandalo !

DATA DI USCITA :  uno dei rumors più combattuti in internet riguarda la data di uscita dello smartphone. Una delle date più probabili per la presentazione rappresenta il 12 settembre 2012 , come sembrerebbe confermato da Sharp ,la quale sta distribuendo i suoi schermi proprio in questi giorni. Lastessa data di presentazione è data da iMore , che però non nomina alcuna fonte. La vendita in Italia è stimata nella prima metà di ottobre 22, probabilmente il 5.

DISPLAY : A prescindere  che tutti i rumors riguardanti la componentistica si sono rivelati principalmente non attendibili, a cominciare dalle dimensioni dello schermo. Già con l’iPhone 4 aspettavamo un display da 4 pollici, ma questo non è mai arrivato. Pertanto non mi sento di dire che avremo tale display, anche se  alcune fotografie di un produttore (ovviamente cinese) ci mostrano la scocca (e quindi il design) del melafonino e ci indirizzano a credere di un aumento delle dimensioni dello schermo.

Altri rumors conponentistici riguardano la composizione in liquid metal , l’adozione di un nuovo dock , il nome dello stesso smartphone ( se si chiamasse Nuovo iPhone come successo con l’iPad ? ) , ecc… Ma ci conviene attendere il 12 settembre…

Skype, come con Google avremo pubblicità mirata

Posted on : 14-07-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1

Tutti sappiamo che lo scopo della pubblicità è quello di informare e convincere quante più persone all’acquisto di un prodotto/servizio , raggiungendo quindi sempre più ipotetici clienti. Le forme cartacee di pubblciità, tuttavia, possono essere poco adeguate ai nostri interessi o al luogo di nostra residenza. La stessa cosa accade per tabelloni appesi sulle strade, trasmissioni televisive e radiofoniche , telefonate di call center, ecc…

L’unica tipologia di pubblcità che può essere mirata, e quindi raggiungere automaticamente le persone ritenute interessate, è quella informatica . Se è vero che la maggiorparte di questa è casuale e appare come apertura di pagine, pop-up  e altro , è anche vero che alcune sponsorizzazioni come quelle di Google sono mirate. Il motore di ricerca più conosciuto al mondo ,infatti, sfrutta le nostre ultime ricerche per catapultarci addosso pubblicità mirata. Ad esempio se cerchiamo un certo prodotto insistentemente ( su una decina di siti ad esempio o decine di annunci su Ebay) cominceranno ad apparire pubblicità su quel prodotto.

Tutta questa introduzione serve a spiegare cosa intendo per pubblicità mirata, dato che è una metodologia in via di svilupo e che probabilmente interesserà a breve anche gli utenti di Skype (probabilmente saranno esclusi quelli che utilizzano il servizio Premium) . Pertanto se forniamo durante l’iscrizione o nella modifica di dati i nostri gusti, la nostra residenza, ecc…. ,potremmo notare anche la pubblicità di un negozio che sta molto vicino a casa nostra.

Windows dice stop alla lettura di DVD di default

Posted on : 13-07-2012 | By : admin | In : Altre news, News software e OS

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Microsoft ha rilasciato ufficialmente la notizia dell’abbandono dei DVD e Blu Ray , supporti  ottici in declino nelgli Stati Uniti ed effettivamente antiquati se paragonati ai contenuti presenti online o su Hard Disk. Il nuovo sistema operativo , pertanto, non supporterà di default  la lettura di questi supporti, in quanto Windows Media Center sarà sprovvisto di tale funzione . La soluzione consiste nell’acquisto di un pacchetto aggiuntivo,ma ovviamente risulterà più conveniente l’installazione di software freeware come VLC (presente nel nostro catalogo software).

Una chatroulette per Facebook

Posted on : 12-06-2012 | By : admin | In : Altre news, News software e OS, Servizi online, Social network

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

E’ stata inaugurato un servizio molto simile a Chatroulette  che si può installare su Facebook sottoforma di applicazione. Per chi non sapesse cosa è Chatroulette diamo una spiegazione sommaria: il servizio permette di chattare e videochiamarsi,ma con persone casuali e  molto raramente già viste/conosciute.  Questo servizio per Facebook prende il nome di Airtime e si presenta come una schermata divisa nelle due metà : voi e il vostro interlocutore. Ovviamente,come per chatroulette, potete cambiare l’interlocutore premendo “next”.  La sostanziale differenza tra Chatroulette e Airtime sta nel fatto che si può limitare la casualità degli interlocutori per zona geografica o per interessi condivisi.

Un’altra speranza che riponiamo in questo nuovo servizio,a differenza di Chatroulette,   è  l’assenza di persone  che praticano l’onanismo o la masturbazione online, visto che tutto sommato in Facebook non si sono verificati fatti particolarmente gravi.

Situazione economico-energetica nel 2032

Posted on : 02-06-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Pasquale Pistorio, presidente del Kioto Club, ha finto di leggere il Sole 24 Ore del 9 Maggio 2032 , analizzando la situazione economico-energetica. Punto forte dell’Italia del 2032 è il forte utilizzo delle fonti rinnovabili, avendo il nostro paese grandi quantità di salti per l’idroelettrico (attualmente fonte rinnovabile più sfruttata in Italia) e un’insolazione alta rispetto alla gran parte degli altri stati europei.

La situazione descritta nell’articolo di quel quotidiano appare veramente futuristica,lontana decenni da quella atuale. Va però considerato il trend delle rinnovabili : in primis la diffusione , ma non è da escludere una rivoluzione della tecnologia fotovoltaica tra qualche anno.

Secondo Pistorio, l’Italia potrebbe raggiungere tranquillamente nel 2032 ,a patto di attivare i giusti incentivi e le giuste strategie, a questa situazione:

-Nel 2031 il consumo energetico cala del 35% rispetto al 2011. la riduzione dei consumi degli ultimi 20 anni è stata del 2% annuo, la crescita dell’efficienza energetica del 4%, parallelamente alla crescita del PIL del 2% annuo.
-Il mix energetico è di oltre 50% da fonti rinnovabili, la differenza  deriva da fonti fossili (20% tra petrolio e carbone; 80% gas).
-La bolletta energetica verso l’estero è di 22 Mld euro contro una bolletta che nel 2011 ammontava a 62 Mld euro
- da 344 TWh di consumi nel 2011 siamo passati a 275 TWh nel 2031.
-Il costo dell’energia in Italia è il più basso dell’UE, grazie anche all’energia solare: meno di 5 cent/kW.
-La politica degli incentivi del 2012 e degli anni successivi ha comportato un calo degli incentivi fino ad azzerarli nel 2018.
-Si è registrata una forte riduzione dell’inquinamento, fino ad arrivare alla totale eliminazione dei PM10, al punto da realizzare un risparmio di 20 Mld euro di spesa sanitaria evitata.
-Il diffondersi della green economy ha comportato la creazione di 8 milioni di posti di lavoro, stabili e non delocalizzabili, con un gettito quantificato nel 2031 in 15 miliardi di Euro.
-L’impatto economico delle innovazioni energetiche introdotte mette a disposizione dei cittadini e dell’economia italiana 80 miliardi di Euro.
-I ministri sono orgogliosi dei risultati ottenuti e confermano le politiche che prevedono un’Italia carbon free(libere da idrocarburi) entro il 2050, così come lo saranno Danimarca, Germania, Svezia e Inghilterra.

 

 

 

Giappone tenta di abbandonare il nucleare.

Posted on : 02-06-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Sayonara all’energia atomica. E’ ciò a cui sta puntando il Giappone dopo l’incidente avvenuto lo scorso anno. L’ultimo reattore nucleare in funzione è stato recentemente chiuso permotivi di manutenzione e controllo. Tale motivazione ha portato alla chiusura e alla non riapertura (almeno per ora) di tutti gli altri reattori atomici presenti sul suolo giapponese. Pertanto è molto probabile che, questa estate, il giappone dovrà sopravvivere senza l’energia elettrica prodotta atteaverso la scissione atomica,visto che la manutenzione dovrebbe prolungarsi per circa 60-70 giorni.

Il governo giapponese ha inoltre varato nuove manovre per l’incentivazione all’energia rinnovabile. Incentivi significanti, pari a quelli del nostro primo conto energia (per quanto concerne il fotovoltaico) : si parla infatti di prezzi di vendita pari a 39 cent/KWh per i pannelli fotovoltaici e 21 cent/KWh per le pale eoliche.

Nuova versione di Chromebook

Posted on : 01-06-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Il primo Chromebook, prodotto da Samsung e con il particolare sitema operativo Chrome OS di Google, non ha avuto molto successo dal punto di vista dei pezzi venduti, sebbene è ben quotato ed ha ottime qualità per chi vuole un PC molto reattivo e lo utilizza per carichi di lavoro non pesanti (cone i netbook, ottimi per la navigazione web) .Samsung e Google ci riprovano con un aggiornamento del NetPC e con un nuovo modello di mini-computer, scopiazzato dal Mac Mini e che si chiama Chromebox.

Sono denominati Chromebook Series 5 550 e Chromebox Series 3 e con i processori Intel che adotteranno saranno 3 volte più veloci della versione scorsa di Chromebook. E con un boot di soli 7 secondi e una ripresa del sistema praticamente istantanea si apprestano ad essere i portatili più scattanti del mercato. Oviamente ciò riguarda i carichi di lavoro di piccola entità e questi NetPC non sono adatti all’elaborazione grafica,al gaming e ad altre mansioni particolarmente esose in termini di hardware .

Il Samsung Chromebook conferma ovviamente l’hard disk allo stato solido (SSD) e annuncia una quantità di ram doppia rispetto al modello precedente (si passa a 4gb) ,rendendolo   portatile intermedio tra i NetPC classici e i Notebook. Ciò renderà le operazioni certamente più veloci ,ma d’altro canto si riduce a 6 ore la durata della batteria, visto che non è stata modificata. Ciò che tuttavia ostacolerà molto probabilmente le vendite è il prezzo di questo dispositivo : 450$ per il modello wi-fi e 550$ per il modello wi-fi+3G sono veramente troppi e  la qualità hardware potrebbe essere goduta da pochissimi clienti.

Il secondo PC che è stato ufficialmente presentato ( e definito da noi come scopiazzato da mac mini) è il  Chromebox, una “scatoletta” da attaccare ad uno schermo proprio come il predetto piccolo PC di Apple. Simile al Chromebook nel processore e nella ram , propone WiFi, Bluetooth, uscita DVI , una Display Port e classiche USB . Prezzi a partire da 329$, più appetitosi del Chromebook.

Dal 2015 servirà un nuovo decoder ,ma non allarmatevi!

Posted on : 25-04-2012 | By : admin | In : Altre news, News tecnologie

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Sono circolate diverse voci in questi giorni riguardanti una novità introdotta da Monti per i decoder. Questa notizia, contenuta nel decreto di semplificazione fiscale, prevede un nuovo cambio di decoder nel 2015. La motivazione di questa decisione sta nel desiderio di effettuare una restrinzione di frequenze (da 55 a 34) .

Data l’esigenza di possedere più canali e di trasmettere con altre tecnologie , il 1° luglio 2015 avverà questo cambio. C’è chi si chiede com’è possibile pensare già ad un nuovo decoder quando non tutta l’Italia ha già effettuato lo switch-off  iniziato nel 2008. effettivamente non posso dare loro torto, ma c’è da considerare che la gente sarà molto più preparata e avverranno quasi sicuramente meno incomprensioni , considerando che il nostro sistema  televisivo non aveva mai effettuato un cambio così significativo sin dalla sua nascita.

Dal punto di vista economico pare che non ci sia da preoccuparsi: il passaggio al nuovo standard, capace di trasmettere in 3D e in risoluzione 4K (il doppio del full HD) , non compromette il vecchio sistema, che resterà disponibile ,a detta degli esperti, per diversi anni dopo il 2015. Inoltre le nuove TV  saranno dotate di decoder incorporato per il nuovo digitale terrestre (come quelle attuali del resto) e,anzi, alcune case produttrici hanno già immesso sul mercato TV predisposte per il nuovo standard ,chiamato  DVB-T2 . Pertanto se state per comprare una nuova TV,specie se di fascia alta e magari in 3D , assicuratevi della presenza di questo standard, altrimenti tra 3 anni potreste trovarvi a non poterla utilizzare in tutti i suoi servizi.

Concludendo, possiamo dire che il prbolema è relativo per le persone che ricevono senza problemi il digitale terrestre, perchè un cambio di Tv , nel 2015 o in anni successivi, risolverebbe il problema. Spero che non sopraggiunga la necessità ,per chi non riceve il digitale terrestre, di acquistare un ennesimo e diverso decoder satellitare.