Crea sito

Featured Posts

  • Prev
  • Next

Le rapine in banca senza pistole e passamontagna

Posted on : 13-09-2012 | By : admin | In : News pirateria ,sicurezza e truffe

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Anche la criminalità si organizza e la percentuale di rapine effettuate in stile “mani in alto, questa è una rapina! ” si è ridotta notevolmente. Di contro sono sempre di più le rapine effettuate attraverso mezzi informatici . Spesso si tratta di piccole rapine effettuate ad altrettanto piccole e poco sicure banche , che di certo non si preoccupano di stare al passo tecnilogico. Addio quindi a passamontagna e pistola : i nuovi rapinatori si sono trasferiti online e , oltre ad essere più al sicuro , riescono ad accedere ai conti con più facilità (se non sono applicate le giuste protezioni) .

Una delle operazioni più recenti e più conosciute da chi opera nel settore è  Hight Roller ,  che ha causato il furto di 60 milioni di euro dalle banche europee e sud americane. Tale furto è avenuto con metodi già conosciuti nel mondo degli esperti in sicurezza informatica.

L’attacco si divide sostanzialmente in tre fasi : dopo l’accesso al registro dei clienti di una certa banca  si individuano i conti più succolenti. A tal punto basta inviare un malware che spia username password al nostro accesso. I soldi vengono infine trasferiti su conti correnti (spesso fantasma o comunque intestati a nullatenenti o persone inesistenti) e solo successivamente al truffatore. Spesso per la transizione finale si preferisce il money transfer, perchè tracciabile in maniera molto più complicata di altri metodi.

Spesso ,inoltre, non si mirano a persone con conti correnti succulenti. Non vi è mai capitato di ricevere avvisi di blocco o di strani pagamenti fatti con account Paypal, Postepay, di carte di credito o conti bancari ? Ecco, se le avete ricevute (solitamente i servizi email le filtrano e le mettono nello spam) allora saprete come queste email sono frequenti e insinuanti, con grafiche ingannevoli e quasi veritiere. In tal caso viene linkata una pagina che cattura ciò che noi scriviamo nei campi “username o email” e “password” .

Password rubate dai servizi email : controlla se l tuo account risulta trafugato

Posted on : 17-08-2012 | By : admin | In : News pirateria ,sicurezza e truffe

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Yahoo ha fatto sapere che sono state rubate quasi mezzo milione di password . Il problema non riguarda solo Yahoo, ma anche Gmail ,Hotmail e altre. Per prevenire il più possibile i vostri rischi consigliamo di :

1) andare in questo indirizzo e controllare la vostra vulnerabilità

2) cambiare password se risultate positivi al furto di password o se avete password stupide e prevedibili come qwerty,123456,welcome,password,admin,ecc…

Recuperare/resettare password W7

Posted on : 07-08-2011 | By : admin | In : Guide hacking, OS Windows per PC

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Con tutte le password che i servizi ci chiedono è molto facile dimenticarne qualcuna. L’unica differenza tra le password  dei vari servizi online e quella di Windows è che non esistono modi “ufficiali” per recuperarle ,a parte installare da capo il sistema operativo,perdendo così tutti i dati.

Per fortuna ci vengono incontro dei programmini che avviati dal bios e/o sfruttando qualche bug riescono a recuperare la passowrd o,come accade più spesso, a rimuoverla (permettendoci di accedere al PC ed eventualmente impostarne una nuova).

Se da una parte questi programmini possono essere d’aiuto agli onesti e sbadati proprietari di computer con W7 ,dall’altra parte bisogna considerare che potrebbero essere utilizzati da malintenzionati ,a dimostrazione che la password di W7 può essere aggirata con una certa facilità.

Il primo software che vado a mostrarvi si chiama “Offline NT Password” . Premetto che questo è un software che resetta la password (ma non la scopre) .

1)Per resettare la password con questo software hack, dobbiamo innanzitutto scaricarlo da qui.

2)Dopo aver scaricato la cartella zippata decomprimiamo il file che si trova all’interno: è in file ISO, cioè una cosiddetta “immagine”  che dobbiamo masterizzare su un cd nuovo (vergine). Per masterizzarla possiamo utilizzare diversi programmi,come Nero ,Alchool 120% o altri.

3)Ora dobbiamo impostare il computer dal bios in modo che all’avvio legga prima il CD e dopo l’hard disk. Per fare ciò entriamo nel bios (il tasto può variare da bios a bios) e andiamo nella sezione “boot sequence”. Questa sezione può chiamarsi anche con un diverso nome,ma se masticate un minimo di inglese non vi sarà difficile “impostare la sequenza d’avvio”. In questo modo quando avvieremo il computer verrà letto prima il Cd con il nostro software e dopo l’hard disk con il sistema operativo. Il software cancella la password e quindi quando verrà caricato W7  il vostro account risulterà senza password.

Una volta avviato il CD da BIOS seguiamo questa procedura:

4)premere invio per iniziare la procedura

5)Digitare la lettera D e premere Invio . In questo modo il programma rintraccia tutte le partizioni

6) vi verrà mostrato un elenco delle partizioni. Selezionare quella in cui c’è installato W7  (digitando 1,2,3,ecc) e premere Invio.

7)Digitare il numero 1 e premere Invio per avviare il reset della password

8) Digitare il numero 1 e premere Invio per confermare la modifica di nome utente e password per l’accesso a Windows

9)Digitare il nome utente dell’account di cui s’intende resettare la password (es. Admin) e premere il tasto Invio per confermare

10)Digitare il numero 1 e premere Invio per confermare la cancellazione della password per l’account selezionato;

11) Digitare in sequenza i seguenti comandi per completare l’operazione e chiudere Offline NT Password & Registry Editor: !, q, y, n, exit.

Ovviamente a procedura finita conviene riportare la sequenza del boot allo stato originario se l’avete cambiata.

P.S = se il software vi chiede la posizione del SAM sappiate che può variare a secondadel PC ,ma è quasi sempre qui : “c:winnt/system32/config” o “c:windows/system32/config” .

 

Il secondo software che vado ad illustrare è diverso da quello precedente perchè “cracca” la password e ve la mostra.Questo programma si chiama Ophcrack.

1) Scarichiamolo da qui

2)Masterizzare l’immagine su Cd

3)Inserisci il PC nel computer bloccato . Spegnilo e riaccendilo.

4) il Cd parte in automatico e a questo punto vi chiederà come avviarlo: avvialo come  “Ophcrack graphic mode automatic”.

5)Il software parte e ti cracca la password. Potrebbe metterci anche mezz’ora o un’ora e durante questo tempo non fare niente. Una volta craccata la password vienemostrata.

6) togli il Cd e riavvia il PC

7) inserisci la password che il software ti ha craccato ed entra in W7.

 

Il terzo e ultimo software che vi mostro si chiama Trinity Rescue Kit. E’ un Kit che serve a fare diverse cose e può essere usato anche nel nostro caso.

1)scarichiamolo da qui

2)masterizziamo l’immagine scaricata su CD e inseriamo il CD nel computer

3)riavviamo il PC (con il cd dentro) e avviamo il software presente nel CD (se non si avvia da solo dobbiamo farlo dal BIOS come visto per il primo software)

4)Al primo menu proposto selezionate “Run Trinity Rescue Kit 3.4″, ossia il predefinito.

5)Il secondo menu vi mostra tutte le opzioni disponibili in questa suite. Io, ovviamente, ho selezionato “Windows password resetting” e dato Invio.

6)nel menù che vi si mostra selezionate l’opzione che riguarda l’account amministratore (opzione di default) .

7) il software eseguirà i suoi processi e eliminerà la password dell’amministratore.

p.s = questo software varia i suoi procedimenti a seconda della versione. Potrete trovare infatti menù leggermente diversi da quelli descritti.

 

Scaricare da Megaupload con account premium gratis

Posted on : 26-07-2011 | By : admin | In : Servizi online

Tag:, , , , , , , , , , , ,

0

Come sicuramente saprete quando si scarica qualsiasi file con Megaupload possiamo utilizzare il metodo gratuito o quello premium.

Quello gratuito è caratterizzato da fastidiose limitazioni: attesa prima del download,1 solo download per volta,limitazione sulla quantità scaricabile per giorno e velocità ridotta rispetto agli account premium.

 

Per coloro che hanno un buon segnale ADSL sarà sufficiente ,a livello di velocità, il metodo free, ma la limitazione che più da fastidio agli utenti è la facoltà di scaricare un solo file per volta, anche se di piccole dimensioni.

 

Per questo oggi spieghiamo, in questo articolo, come utilizzare un account premium in modo gratuito.

 

Per farlo dobbiamo collegarci a questo sito:

- http://rapid8.com/   : basta inserire il link completo di megaupload del file (es : http://www.megaupload.com/?d= TFDSKR7U-questo l’ho sparato a caso)  nello spazio che vedete qui sotto.

 

 

 

 

Dopo aver incollato il codice premete invio  e dopo una marea di pubblicità vi apparirà una schermata come quella sottostante e dovrete fare  “begin your download”

 

 

 

La velocità di download, almeno per quanto riguarda i miei esperimenti è uguale agli account base ( dai 300 ai 480 kb/s ) ,però si possono scaricare più file in contemporanea.

 

 

Ci sono anche altri siti web che compiono un lavoro simile, ma quello che trovo migliore è rapid8.

 

Uno di questi è   http://www.megafast.info/   : bisogna inserire solo la parte finale del link ,cioè la parte evidenziata in rosso:  (es : http://www.megaupload.com/?d= TFDSKR7U-questo l’ho sparato a caso).

In questo caso la fine del link dovrete inserirla qui: