Crea sito

Featured Posts

  • Prev
  • Next

Rumors Apple : riassunto

Posted on : 17-08-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

In questo periodo ,come ogni anno del resto, vengono pubblicati in rete centinaia di articoli riguardo ai rumors Apple. E’ infatti questo il periodo che segna l’imminente arrivo del nuovo iPhone. In questo articolo vogliamo riordinare le idee ai lettori facendo un breve riassunto dei rumors più diffusi e ,allo stesso tempo, dare una nostra opinione sull’affidabilità.

YOUTUBE RIMOSSO DAL SISTEMA OPERATIVO INSIEME A GOOGLE MAPS : Le discordie tra Google e Apple ,anche per via della concorrenza Android, ha interrotto la collaborazione tra le due società  e nel nuovo sistema operativo non vedremo più Google Maps ( secondo me erano molto buone, anche per via dello Street View ) . Al posto del celeberrimo servizio di Google ne vedremo uno sviluppato da Apple.  Certo resta incomprensibile come Apple potrà in breve tempo coprire il territorio senza l’ausilio di Google.  La stessa cosa vale anche per Youtube, che molto probabilmente resterà disponibile sull’App Store, ma non verrà implementata di base  nel sistema operativo. Speriamo solo che l’applicazione non venga monetizzata , anche perchè in tal caso sarebbe un vero scandalo !

DATA DI USCITA :  uno dei rumors più combattuti in internet riguarda la data di uscita dello smartphone. Una delle date più probabili per la presentazione rappresenta il 12 settembre 2012 , come sembrerebbe confermato da Sharp ,la quale sta distribuendo i suoi schermi proprio in questi giorni. Lastessa data di presentazione è data da iMore , che però non nomina alcuna fonte. La vendita in Italia è stimata nella prima metà di ottobre 22, probabilmente il 5.

DISPLAY : A prescindere  che tutti i rumors riguardanti la componentistica si sono rivelati principalmente non attendibili, a cominciare dalle dimensioni dello schermo. Già con l’iPhone 4 aspettavamo un display da 4 pollici, ma questo non è mai arrivato. Pertanto non mi sento di dire che avremo tale display, anche se  alcune fotografie di un produttore (ovviamente cinese) ci mostrano la scocca (e quindi il design) del melafonino e ci indirizzano a credere di un aumento delle dimensioni dello schermo.

Altri rumors conponentistici riguardano la composizione in liquid metal , l’adozione di un nuovo dock , il nome dello stesso smartphone ( se si chiamasse Nuovo iPhone come successo con l’iPad ? ) , ecc… Ma ci conviene attendere il 12 settembre…

Skype, come con Google avremo pubblicità mirata

Posted on : 14-07-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1

Tutti sappiamo che lo scopo della pubblicità è quello di informare e convincere quante più persone all’acquisto di un prodotto/servizio , raggiungendo quindi sempre più ipotetici clienti. Le forme cartacee di pubblciità, tuttavia, possono essere poco adeguate ai nostri interessi o al luogo di nostra residenza. La stessa cosa accade per tabelloni appesi sulle strade, trasmissioni televisive e radiofoniche , telefonate di call center, ecc…

L’unica tipologia di pubblcità che può essere mirata, e quindi raggiungere automaticamente le persone ritenute interessate, è quella informatica . Se è vero che la maggiorparte di questa è casuale e appare come apertura di pagine, pop-up  e altro , è anche vero che alcune sponsorizzazioni come quelle di Google sono mirate. Il motore di ricerca più conosciuto al mondo ,infatti, sfrutta le nostre ultime ricerche per catapultarci addosso pubblicità mirata. Ad esempio se cerchiamo un certo prodotto insistentemente ( su una decina di siti ad esempio o decine di annunci su Ebay) cominceranno ad apparire pubblicità su quel prodotto.

Tutta questa introduzione serve a spiegare cosa intendo per pubblicità mirata, dato che è una metodologia in via di svilupo e che probabilmente interesserà a breve anche gli utenti di Skype (probabilmente saranno esclusi quelli che utilizzano il servizio Premium) . Pertanto se forniamo durante l’iscrizione o nella modifica di dati i nostri gusti, la nostra residenza, ecc…. ,potremmo notare anche la pubblicità di un negozio che sta molto vicino a casa nostra.

Apple, in ritardo rispetto a Microsoft sulla sicurezza, sarà obbligata ad investire

Posted on : 13-07-2012 | By : admin | In : News pirateria ,sicurezza e truffe

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Sino a pochi anni fa  il mondo Apple non conosceva virus riconosciuti ufficialmente , tantochè sulla pagina di Apple appariva luccicante che descriveva i Mac come immuni ai virus. In realtà ciò non era particolarmente vero e,come descritto anche in altri articoli, qualsiasi mezzo informatico di qualunque casa produttrice  può essere infettata da virus . L’unico sistema tutt’ora conosciuto  per evitare le infezioni è tenere il PC staccato dalla rete ed installare solo file di cui si conosce la provenienza. Anche Apple pertanto ha sempre posseduto virus dedicati ai suoi prodotti ,ma essendo l’interesse verso tali prodotti scarso  la cosa non era particolarmente evidente ai clinti/utilizzatori di Mac. Consideriamo,inoltre, che la maggiorparte di questi  malware era diffusa in inglese, pertanto su siti americani o inglesi .

Il successo dei dispositivi Apple nel settore computer, ma anche e soprattutto nel settore mobile , ha risvegliato i cyber criminali nel 2011 : Mac Defender ne è una prova. Ma è solo con il 2012 che si è scoperto il grande attacco (e la grande falla del codice software dei sitemi Apple) : Flashback ha infettato più di 650000 Mac in tutto il mondo.

Eugene Kaspersky , specialista di sicurezza informatica e co-fondatore della famosa casa produttrice di antivirus e software di sicurezza informatica , dichiara che Apple non è mai stata un obiettivo dei cyber-criminali a causa della sua inferiorità numerica di prodotti venduti ,ma che in realtà si trova ora a fare le scelte che Microsoft fece 10 anni fa in tema di sicurezza. Apple dovrà investire molto denaro nel settore sicurezza.

E intanto la scritta sul sito Apple è silenziosamente sparita…

Sony HMZ-T1 3D Viewer ci fa vedere il 3D senza TV

Posted on : 07-09-2011 | By : admin | In : News tecnologie, Novità e progetti hardware

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

1

E’ più o meno come lo immaginavano i futuristi. un caschetto che indossato ci fa vedere film e giocare in 3D con un’esperienza assolutamente unica al momento. Un caschetto di quasi mezzo chilo che tuttavia è molto comodo da portare e dal costo non eccessivo: 800-900 euro . Il caschetto offre una risoluzione HD e non full HD ,ma tuttavia è quasi sicuro che questo oggetto prenderà molto piede nel 2012 (salvo riscontri di problemi alla salute,se ce ne saranno) e che ci saranno modelli migliori e con risoluzione Full HD .

All’interno sono situati i due pannelli da 0,7 pollici che ci permetteranno di vedere uno schermo virtuale di 750 pollici. Una misura enorme, ma ricordiamo che è uno schermo virtuale.

Da un punto di vista dell’utilizzo prolungato e non , pare che per ora non si siano verificati particolari problemi come nausea,mal di testa e problemi agli occhi. Sembra quindi una scelta sensata che non stressa troppo la vista.