Crea sito

Featured Posts

  • Prev
  • Next

Password rubate dai servizi email : controlla se l tuo account risulta trafugato

Posted on : 17-08-2012 | By : admin | In : News pirateria ,sicurezza e truffe

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Yahoo ha fatto sapere che sono state rubate quasi mezzo milione di password . Il problema non riguarda solo Yahoo, ma anche Gmail ,Hotmail e altre. Per prevenire il più possibile i vostri rischi consigliamo di :

1) andare in questo indirizzo e controllare la vostra vulnerabilità

2) cambiare password se risultate positivi al furto di password o se avete password stupide e prevedibili come qwerty,123456,welcome,password,admin,ecc…

Rumors Apple : riassunto

Posted on : 17-08-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

In questo periodo ,come ogni anno del resto, vengono pubblicati in rete centinaia di articoli riguardo ai rumors Apple. E’ infatti questo il periodo che segna l’imminente arrivo del nuovo iPhone. In questo articolo vogliamo riordinare le idee ai lettori facendo un breve riassunto dei rumors più diffusi e ,allo stesso tempo, dare una nostra opinione sull’affidabilità.

YOUTUBE RIMOSSO DAL SISTEMA OPERATIVO INSIEME A GOOGLE MAPS : Le discordie tra Google e Apple ,anche per via della concorrenza Android, ha interrotto la collaborazione tra le due società  e nel nuovo sistema operativo non vedremo più Google Maps ( secondo me erano molto buone, anche per via dello Street View ) . Al posto del celeberrimo servizio di Google ne vedremo uno sviluppato da Apple.  Certo resta incomprensibile come Apple potrà in breve tempo coprire il territorio senza l’ausilio di Google.  La stessa cosa vale anche per Youtube, che molto probabilmente resterà disponibile sull’App Store, ma non verrà implementata di base  nel sistema operativo. Speriamo solo che l’applicazione non venga monetizzata , anche perchè in tal caso sarebbe un vero scandalo !

DATA DI USCITA :  uno dei rumors più combattuti in internet riguarda la data di uscita dello smartphone. Una delle date più probabili per la presentazione rappresenta il 12 settembre 2012 , come sembrerebbe confermato da Sharp ,la quale sta distribuendo i suoi schermi proprio in questi giorni. Lastessa data di presentazione è data da iMore , che però non nomina alcuna fonte. La vendita in Italia è stimata nella prima metà di ottobre 22, probabilmente il 5.

DISPLAY : A prescindere  che tutti i rumors riguardanti la componentistica si sono rivelati principalmente non attendibili, a cominciare dalle dimensioni dello schermo. Già con l’iPhone 4 aspettavamo un display da 4 pollici, ma questo non è mai arrivato. Pertanto non mi sento di dire che avremo tale display, anche se  alcune fotografie di un produttore (ovviamente cinese) ci mostrano la scocca (e quindi il design) del melafonino e ci indirizzano a credere di un aumento delle dimensioni dello schermo.

Altri rumors conponentistici riguardano la composizione in liquid metal , l’adozione di un nuovo dock , il nome dello stesso smartphone ( se si chiamasse Nuovo iPhone come successo con l’iPad ? ) , ecc… Ma ci conviene attendere il 12 settembre…

Apple, in ritardo rispetto a Microsoft sulla sicurezza, sarà obbligata ad investire

Posted on : 13-07-2012 | By : admin | In : News pirateria ,sicurezza e truffe

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Sino a pochi anni fa  il mondo Apple non conosceva virus riconosciuti ufficialmente , tantochè sulla pagina di Apple appariva luccicante che descriveva i Mac come immuni ai virus. In realtà ciò non era particolarmente vero e,come descritto anche in altri articoli, qualsiasi mezzo informatico di qualunque casa produttrice  può essere infettata da virus . L’unico sistema tutt’ora conosciuto  per evitare le infezioni è tenere il PC staccato dalla rete ed installare solo file di cui si conosce la provenienza. Anche Apple pertanto ha sempre posseduto virus dedicati ai suoi prodotti ,ma essendo l’interesse verso tali prodotti scarso  la cosa non era particolarmente evidente ai clinti/utilizzatori di Mac. Consideriamo,inoltre, che la maggiorparte di questi  malware era diffusa in inglese, pertanto su siti americani o inglesi .

Il successo dei dispositivi Apple nel settore computer, ma anche e soprattutto nel settore mobile , ha risvegliato i cyber criminali nel 2011 : Mac Defender ne è una prova. Ma è solo con il 2012 che si è scoperto il grande attacco (e la grande falla del codice software dei sitemi Apple) : Flashback ha infettato più di 650000 Mac in tutto il mondo.

Eugene Kaspersky , specialista di sicurezza informatica e co-fondatore della famosa casa produttrice di antivirus e software di sicurezza informatica , dichiara che Apple non è mai stata un obiettivo dei cyber-criminali a causa della sua inferiorità numerica di prodotti venduti ,ma che in realtà si trova ora a fare le scelte che Microsoft fece 10 anni fa in tema di sicurezza. Apple dovrà investire molto denaro nel settore sicurezza.

E intanto la scritta sul sito Apple è silenziosamente sparita…

Situazione economico-energetica nel 2032

Posted on : 02-06-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Pasquale Pistorio, presidente del Kioto Club, ha finto di leggere il Sole 24 Ore del 9 Maggio 2032 , analizzando la situazione economico-energetica. Punto forte dell’Italia del 2032 è il forte utilizzo delle fonti rinnovabili, avendo il nostro paese grandi quantità di salti per l’idroelettrico (attualmente fonte rinnovabile più sfruttata in Italia) e un’insolazione alta rispetto alla gran parte degli altri stati europei.

La situazione descritta nell’articolo di quel quotidiano appare veramente futuristica,lontana decenni da quella atuale. Va però considerato il trend delle rinnovabili : in primis la diffusione , ma non è da escludere una rivoluzione della tecnologia fotovoltaica tra qualche anno.

Secondo Pistorio, l’Italia potrebbe raggiungere tranquillamente nel 2032 ,a patto di attivare i giusti incentivi e le giuste strategie, a questa situazione:

-Nel 2031 il consumo energetico cala del 35% rispetto al 2011. la riduzione dei consumi degli ultimi 20 anni è stata del 2% annuo, la crescita dell’efficienza energetica del 4%, parallelamente alla crescita del PIL del 2% annuo.
-Il mix energetico è di oltre 50% da fonti rinnovabili, la differenza  deriva da fonti fossili (20% tra petrolio e carbone; 80% gas).
-La bolletta energetica verso l’estero è di 22 Mld euro contro una bolletta che nel 2011 ammontava a 62 Mld euro
- da 344 TWh di consumi nel 2011 siamo passati a 275 TWh nel 2031.
-Il costo dell’energia in Italia è il più basso dell’UE, grazie anche all’energia solare: meno di 5 cent/kW.
-La politica degli incentivi del 2012 e degli anni successivi ha comportato un calo degli incentivi fino ad azzerarli nel 2018.
-Si è registrata una forte riduzione dell’inquinamento, fino ad arrivare alla totale eliminazione dei PM10, al punto da realizzare un risparmio di 20 Mld euro di spesa sanitaria evitata.
-Il diffondersi della green economy ha comportato la creazione di 8 milioni di posti di lavoro, stabili e non delocalizzabili, con un gettito quantificato nel 2031 in 15 miliardi di Euro.
-L’impatto economico delle innovazioni energetiche introdotte mette a disposizione dei cittadini e dell’economia italiana 80 miliardi di Euro.
-I ministri sono orgogliosi dei risultati ottenuti e confermano le politiche che prevedono un’Italia carbon free(libere da idrocarburi) entro il 2050, così come lo saranno Danimarca, Germania, Svezia e Inghilterra.

 

 

 

Giappone tenta di abbandonare il nucleare.

Posted on : 02-06-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Sayonara all’energia atomica. E’ ciò a cui sta puntando il Giappone dopo l’incidente avvenuto lo scorso anno. L’ultimo reattore nucleare in funzione è stato recentemente chiuso permotivi di manutenzione e controllo. Tale motivazione ha portato alla chiusura e alla non riapertura (almeno per ora) di tutti gli altri reattori atomici presenti sul suolo giapponese. Pertanto è molto probabile che, questa estate, il giappone dovrà sopravvivere senza l’energia elettrica prodotta atteaverso la scissione atomica,visto che la manutenzione dovrebbe prolungarsi per circa 60-70 giorni.

Il governo giapponese ha inoltre varato nuove manovre per l’incentivazione all’energia rinnovabile. Incentivi significanti, pari a quelli del nostro primo conto energia (per quanto concerne il fotovoltaico) : si parla infatti di prezzi di vendita pari a 39 cent/KWh per i pannelli fotovoltaici e 21 cent/KWh per le pale eoliche.

Prossime consolle controllate con il pensiero

Posted on : 01-06-2012 | By : admin | In : News tecnologie, Novità e progetti hardware

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Non è una dichiarazione ufficiale nè tantomeno una previsione certa, ma che potranno mai inventarsi dopo il joystick senza fili e il sensore di movimento? Immagino proprio che il prossimo passo sia il controllo vocale perfezionato e l’introduzione del controllo tramite impulsi nervosi.

Già dal 2009 è stato presentato un dispositivo in grado di convertire la concentrazione e gli impulsi celebrali in bit da inviare ad una consolle,ma il campo di applicazione era molto diverso da quello di un videogioco. Si trattava infatti di un semplice ventilatore azionato a distanza e in maniera modulare  (cioè si regolava col pensiero la potenza) .

Successivamente è stato messo sul mercato un gadget che consiste in orecchie di gatto che si abbassavano in fase di rilassamento e si ergevano in fase di concentramento.

Il prossimo passo sarà una futura versione di Wii  o un console analoga?

The Money Drop : vincita milionaria preannunciata da Wikipedia

Posted on : 25-04-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Stavo navigando in modo casuale su Wikipedia quando sono capitato sulla voce di “The Money Drop” , il programma della Endemol in onda su Canale 5 sino al 6 maggio di quest’anno (2012) . Ho scoperto così che Wikipedia, oltre che un’ottima enciclopedia gratuita ed online, è anche una stimabile veggente. Infatti, come potete vedere dall’immagine qui sotto, è stata preannunciata la vincita di un milione di euro  per la puntata del 30 aprile 2012.  A parte gli scherzi, che la puntata sia registrata non c’è ombra di dubbio : il programma va in onda al sabato fino alle ore 20.00 quando ,un’ora dopo, Gerry Scotti doveva essere a Roma per il programma “Italia’s Got Talent” ; le botole sono rimaste in funzione anche durande le festività pasquali; la barba di Gerry scotti, se si fa caso all’archivio puntate, non ha una crescita naturale . Ma pensare che le registrazioni avvengano in anticipo di quasi una settimana mi sembra eccessivo . Sta di fatto che ormai la sorpresa è rovinata, sempre ammesso che l’autore del post su Wikipedia sia affidabile: il 30 aprile ci si aspetta una vincita milionaria.

Caratteristiche,prezzi,commenti e altro del nuovo iPad:conviene comprarlo?

Posted on : 18-03-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1

 

Dopo aver esposto la teoria che sosteniamo riguardo al nome del nuovo iPad, giunto ormai alla terza generazione, inoltriamoci nelle caratteristiche tecniche  e nei prezzi del tablet, al fine di stabilire  se ne vale la pena comprarlo .

Le caratteristiche fondamentali di questo tablet sono riassunte qui sotto:

Marca: Apple
nodello: Nuovo iPad
MISURE E PESO

Peso: 652 g
Altezza: 241,2 mm.
Larghezza: 185,7 mm.
Profondità : 9,4 mm.

CARATTERISTICHE

Display: 2048×1536 9,7”  touchscreen

Batteria: Li-Ion 11666 mAh
Processore: Apple A5X Dual-core con GPU Quad Core
Ram: 1gb

SERVIZI

Bluetooth:Si (4.0)
Wifi: Si (802.11 a/b/g/n)

Rete: Hsdpa/Gsm (900/1800/1900)
Wap: Si (2.0.0)
Gprs: Si
3G: Si (384 kbps)
Hsdpa: Si
Lte: Si

Gps: Si (AGPS, disponibile nel modello Wi-Fi + 3G)

Memoria Interna: 16.384, 32.768 o 65.536 Mb
Fotocamera: 5mpx + VGA
Risoluzione Video: 1080p a 30 fps
Videochiamata: Si (VGA a 30 fps)
Uscita Tv: Si (fino a 1080p con Apple Digital AV Adapter)

 

Ciò che balza all’occhio,anche perchè di grfica si parla, è la risoluzione superiore al Full HD concentrata in poco meno di 10 pollici. Una tecnologia quindi nuova per il mercato, anche se sono già stati costruiti televisori (di dimensioni più grandi però) con risoluzioni doppie al Full HD. Altra caratteristica del nuovo iPad è la grafica quadcore  unita allo schermo che integra la tecnologia del retina display. Tutto incentrato sulla grafica,insomma!

Dal pnto di vista della memoria è chiaro che un aumento è d’obbligo,soprattutto per gestire quelle applicazioni che sfrutteranno il nuovo processore e la nuova grafica: si passa da 512Mb a 1Gb.

Per quanto riguarda invece il processore è stato ufficialmente smentito il modello quadcore tanto aspettato, ovvero il processore A6.

Apple ha inoltre puntato sulla migliorazione della navigazione in internet, annettendo finalmente la tecnologia  4G LTE , la quale ci permette di raggiungere una velocità di 72 mb/s . Una velocità grandiosa, peccato che in Italia questa tecnologia non è stata ancora installata e pertanto a noi italiani resterà inutilizzata.

Vediamo quindi ora se ne vale la pena comprare un iPad …analizziamo pro e contro…

Parto subito con una premessa: non esiste una risposta certa a questa domanda e tutti gli articoli che leggerete hanno sicuramente un taglio influenzato dall’autore: fan di Apple o contrario? Ci sono tanti tipi di persone : chi non ha mai provato un prodotto Apple, chinon se lo può permettere, chi è un fan scatenato e non gli interessa minimamente delle caratteristiche ,eccetera. Pertanto cercherò di esere più obiettivo e razionale possibile e premetto che non sono un fan di Apple,ma nemmeno contro. Per fare un analisi dei pro e contro mi appoggierò ad altri articoli già presenti in rete e discuterò anche alcuni commenti in rete.

La prima cosa da dire è che la spesa è alta: si parla infatti di 479€ per la versione wi-fi e di 599 e per la versione wi-fi + 4G  (entrambe a 16gb) . Penso che ve ne siate accorti : con tale cifra si può acquistare un buon PC portatile ,dalle caratteristiche hardware molto più corpose. Ma senza retina display,senza l’altissima risoluzione dell’iPad e senza la comodità (questo dipende dall’uso che ne fate) di un tablet. Infatti l’utilizzo che ne viene fatto incide molto sulla convenienza dell’acquisto. Se vi serve un dispositivo portatile di tipo tablet per lavorare in settori dove non vi servono particolari caratteristiche hardware (si pensi ad esempio ai rappresentati di altri prodotti, giornalisti,ecc) , l’iPad potrebbe  fare al caso vostro. Se già possedete un iPad 2,però, la differenza non vi sarà particolarmente utile. Se invece siete solamente i fan Apple   non mi sento di consigliarvi l’acquisto del tablet, specialmente in questo periodo di ristrettezze conomiche. A meno che non abbiate questo problema. La differenza dal predecessore non è infatti così corposa come si pensa. Pertanto sconsiglio di passare dall’iPad 2 a questo nuovo iPad. Se invece dovete acquistarlo senza già possedere un iPad, allora la scelta del Nuovo iPad potrebbe essere molto più motivata.

Partiamo ora con l’analisi di altri articoli a pagine riguardanti l’iPad di terza generazione. In primo luogo prendo in considerazione proprio il sito di Apple, spesso pieno di citazioni invoglianti all’acquisto che in realtà sono poco veritiere o, per meglio dire, non proprio così belle come sembrano.  Appena aperta la pagina di Apple relativa al tablet  ci illuminiamo vedendo la sponsorizzazione del retina display e della risoluzione superiore al Full HD. Apple si “dimentica” però di dire che ancora pochissime fotocamere (tra l’altro poco conosciute) permettono di acquisire video a tale risoluzione.  E la registrazione dei video effettuata su iPad si ferma  proprio a 1080p ,pertanto anche i video registrati con l’iPad non sfrutteranno l’atissima risoluzione tanto proclamata. E per ultimo citamo lo streaming : su Youtube sono relativamente pochi i video in 1080p e credo nessuno in 1536p ( cioò si collega alla mancanza di dispositivi con capacità tali da registrare video in 1536p) . Ma anche se ci fossero, quanta banda dati dovremmo utilizzare? Quanto tempo occorrerebbe per caricare il video? Nessun problema, ci viene in aiuto la tecnologia 4G LTE ,secondo elemento ultra sponsorizzato da Apple. Peccato che in Italia non ci sia e personalmente non me la sento di andare tutti i giorni in America per scaricare dati a velocità più alta. La rete 4G  (si suppone) verrà installata nel 2013 o 2014.  Questi chiaramente sono i paradossi che saltano al’occhioad un primo sguardo,ma ce ne sono altri di incidenza minore.

Passiamo ora all’articolo di www.giornalettismo.com, il quale elenca ben 16 ragioni per non acquistare il tablet. Alcuni punti elencati riassumono  quanto ho già detto sopra riguardo la risoluzione e la tecnologia 4G. un’altra ragione sostenuta riguarda le applicazioni per iPad che supporteranno il retina display e la grafica a 1536p . Ammesso che verranno prodotte, queste applicazioni occuperanno di certo una maggiore memoria e pertanto il modello da 16 gb potrebbe non essere più sufficiente. Occorrerà possedere almeno il modello da 32 gb . Effettivamente la cosa non è del tutto infondata. Passiamo ora agli accessori:  quelli del nuovo iPad non saranno compatibili con quelli dell’iPad 2 , causa diverse dimensioni. A questi motivi principali si aggiungono altre motivazioni minori: lo schermo è a 4:3 , un formato ormai scomparso per lasciare spazio al 16:9 , manca ancora una volta la possibilità di inserire una memoria esterna(come una USB ad esempio), si possono utilizare solo App dell’App Store (salvo trucchetti vari come Cydia),ecc…

Saltando i commenti patetici degli scatenati fan di Apple, ne argomento uno che ho trovato particolarmente interessante:

Ragazzi forse voi non avete capito che se la apple non ha messo la porta usb ai suoi dispositivi non lo ha fatto per negligenza o incompetenza ma per il semplice fatto che le pen drive non sono più il futuro. Ormai è la apple a decidere cosa è il futuro, e l’alternativa agli hard disk sono gli strumenti di storage virtuali: dropbox, icloud, skydrive…

Interessante, ed è quello che dico spesso anche io. I supporti fisici come CD e DVD  potrebbero già essere scomparsi da tempo a favore delle memorie di massa come pendrive o hard disk contenuti in diversi dispositivi. Ma ciò non è ancora accaduto per via della mentalità della società, che ancora non se la sente di basarsi sul file, ma necessita di un supporto ottico, quasi non cancellabile. E anche la tecnologia Cloud presenta immancabilmente alcuni difetti non dovuti alla tecnolgoia stessa, ma ad altri fattori : cosa c’è di più bello che scaricare il prodotto direttamente da casa, risparmiando tempo ,spazio e spesso anche denaro ? Il problema è che la tecnlogia internet applicata ai dispositivi mobili quasi iPad non sono ancora dotati di alta capacità di trasferimento dati. Con il nuovo iPad il problema si risolve dal punto di vista del dispositivo,  ma a livello nazonale questa tecnologia non potrà essere sfruttata. Attualmente , se fossi Apple, non me la sentirei di abbandonare definitivamente le memorie espandibili esterne (SD,micro SD) e le prese USB.  Inoltre se Apple crede davvero che le pen drive non saranno più il futuro ( può anche essere vero, ma fra quanto?) ,perchè le ha inserite nella sua serie di Mac ? E perchè spendere tanti soldi nella tecnolgoia Thunderbolt? Il commento è in se contradditorio in alcuni punti… A proposito: Apple spesso decide il futuro e ha lo scopo di fare,a volte, la parte della cavia. Capita anche di fallire, come accaduto con la tecnologia Firewire (la quale non ha avuto il successo desiderato) e come sta capitando con la Thunderbolt (sin’ora non si sono visti molti prodotti con tale tecnologia). Inoltre talvolta Apple non inventa qualcosa di rivoluzionario,ma sfrutta qualcosa di poco conosciuto e lo porta al successo: è il caso del touchscreen, già esistente diversi anni prima dell’iPhone,ma poco utilizzato rispetto ad oggi. l’iPhone è quel prodotto che ha fatto esplodere la moda del touchscreen.

Per questo articolo mi sembra di aver detto abbastanza. Aspettiamo i test per dare ulteriori consigli.

Non iPad 3, ma nuovo iPad

Posted on : 18-03-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Ormai da qualche giorno è stato presentato a San Francsco il nuovo tablet Apple. Il suo nome, a sorpresa di tutti, non è iPad 3 , ma semplicemente “The new iPad”, cioè “nuovo iPad”. In molti hanno cercato di capire la motivazione di questa scelta e pertanto sono molte le teorie. C’è chi afferma che questo nuovo modello non è poi così rivoluzionario rispetto all’iPad 2  e pertanto è solo un piccolo miglioramento/upgrade. E in effetti non c’è stato nulla di particolarmente rivoluzionario, ma la soluzione ci sembra troppo banale. Penso, invece, che i prodotti Apple, anche tablet e smartphone, stiano cercando di fondersi con i computers e pertanto anche la nomenclatura cerchi di seguire la stessa logica. Non abbiamo mai visto un “Macbook Air 3″ , “Mackbook Air 4S” ,ecc… , ma sempre e solo “Macbook Air” . Potrebbe essere questa la motivazione. Per averne la conferma servirebbe una dichiarazione ufficiale di Apple ,oppure basterà attendere la nuova uscita dello smartphone targato Apple: il suo nome sarà iPhone 5 (o qualche altro nome specifico-numerico) o semplicemente “iPhone” o “new iPhone” ?

 

Client Tribler, avrà successo?

Posted on : 15-03-2012 | By : admin | In : News pirateria ,sicurezza e truffe, News software e OS, Servizi online

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

La recente disfatta di nuomerosi sitidi file sharing ha veramente dato un duro colpo alla pirateria informatica. Un gruppo di studiosi ,già qualche anno fa, hanno messo a punto un client basato sul protocollo BitTorrent. Caratteristica particolare di questo client è il fatto di basarsi sui torrent posseduti esclusivamente dagli altri utenti. E’ quindi il classico peer to peer, nulla di particolarmente nuovo, ma applicato al mondo dei torrent . I file da scaricare dovranno quindi essere presenti su altri PC di altri utenti. Tribler, attualmente, non è utilizzato da molte persone, pertanto non si rivela particolarmente ottimale. Tuttavia la chiusura dei siti di file-sharing più famosi potrebbe comportare una esponenziale crescita degli utenti di Tribler.