Crea sito

Featured Posts

  • Prev
  • Next

Windows 8 ,tempi di avvio dimezzati rispetto al nuovo OS

Posted on : 13-09-2012 | By : admin | In : News software e OS

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Non ho ancora provato di persona il nuovo sistema operativo di Microsoft , sul mercato dal prossimo ottobre o novembre , ma se il co-fondatore di Apple ha fatto i complimenti all’azienda un motivo ci sarà. E questo motivo è confermato anche da diversi test effettuati sugli stessi PC e con lo stessocarico , prima con W7 e poi con W8.

Innanzitutto c’è da dire che la l’idea di formare un sistema unico (con lievi differenze) tra PC e altri dispositivi è buona : aiuta a semplificare l’apprendimento nell’uso del sistema operativo e rende l’OS stesso più desiderabile all’occhio dell’utilizzatore. Ma questo è solo un parere personale legato alla praticità d’uso.

Ciò che evidenziano i test riguarda la velocità di boot ( cioè d’avvio) del sistema operativo. Sullo stesso computer e con gli stessi dati/software , W8 si è avviato in tempi più che dimezzati, ovvero in soli 17 secondi. Preciso subito una cosa: il portatile montava un classico Hard Disk per notebook, quindi a 5400 g/min. Questo dato l’ho precisato per evitare insorgenze da parte dei fan di Apple, specialmente i possessori di Macbook Air . I test infatti sono molto imprecisi se effettuati su macchine diverse, perchè la componentistica hardware incide per la parte maggiore sulle prestazioni di un computer . Di conseguenza va ricordato che  un HDD da 5400 giri/min  è certamente meno efficiente di un HDD da 7200 g/min o da 10000 giri/min e ancor meno efficiente di un SSD (solid state drive).

Le rapine in banca senza pistole e passamontagna

Posted on : 13-09-2012 | By : admin | In : News pirateria ,sicurezza e truffe

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Anche la criminalità si organizza e la percentuale di rapine effettuate in stile “mani in alto, questa è una rapina! ” si è ridotta notevolmente. Di contro sono sempre di più le rapine effettuate attraverso mezzi informatici . Spesso si tratta di piccole rapine effettuate ad altrettanto piccole e poco sicure banche , che di certo non si preoccupano di stare al passo tecnilogico. Addio quindi a passamontagna e pistola : i nuovi rapinatori si sono trasferiti online e , oltre ad essere più al sicuro , riescono ad accedere ai conti con più facilità (se non sono applicate le giuste protezioni) .

Una delle operazioni più recenti e più conosciute da chi opera nel settore è  Hight Roller ,  che ha causato il furto di 60 milioni di euro dalle banche europee e sud americane. Tale furto è avenuto con metodi già conosciuti nel mondo degli esperti in sicurezza informatica.

L’attacco si divide sostanzialmente in tre fasi : dopo l’accesso al registro dei clienti di una certa banca  si individuano i conti più succolenti. A tal punto basta inviare un malware che spia username password al nostro accesso. I soldi vengono infine trasferiti su conti correnti (spesso fantasma o comunque intestati a nullatenenti o persone inesistenti) e solo successivamente al truffatore. Spesso per la transizione finale si preferisce il money transfer, perchè tracciabile in maniera molto più complicata di altri metodi.

Spesso ,inoltre, non si mirano a persone con conti correnti succulenti. Non vi è mai capitato di ricevere avvisi di blocco o di strani pagamenti fatti con account Paypal, Postepay, di carte di credito o conti bancari ? Ecco, se le avete ricevute (solitamente i servizi email le filtrano e le mettono nello spam) allora saprete come queste email sono frequenti e insinuanti, con grafiche ingannevoli e quasi veritiere. In tal caso viene linkata una pagina che cattura ciò che noi scriviamo nei campi “username o email” e “password” .

Gauss , il super virus per spiare le banche

Posted on : 17-08-2012 | By : admin | In : Senza categoria

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Kaspersky Lab annuncia la scoperta di un nuovo super virus , il cui codice è simile a Flame , già protagonista di alcuni nostri articoli.

Senza dilungarci in complicate teorie , riassumiamo ciò che c’è da sapere : innanzitutto gli internauti italiani devono stare tranquilli, perchè l’area colpita dal virus è il medioriente ( fate attenzione se scambiate file con gente di quella zona) . Il virus è in grando di spiare le password, cookie, cronologia e simili del nostro browser ed appropriarsi di password relative a numerose banche o account bancari online  caratteristici dell’area mediorientale.

Per essere sicuri ,comunque, potete verificare la presenza del virus attraverso questo tool di  Kaspersky.

 

Facebook : chat sotto controllo

Posted on : 17-08-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Per Facebook la sicrezza è molto importante, sicuramente piùdella privacy degli utenti. Questo è dimostrato dal sistema adottato da Facebook pr prevenire ogni forma di pericolo.

Il sistema infatti tiene sotto controllo tutte le nostre chat ,messaggi e stati tramite un sistema automatico e in caso di parole ” a rischio emergenza” o comportamenti considerati anomali interviene anche la parte umana. Il sistema è stato collaudato incastrando un tentativo di pedofilia .

 

Password rubate dai servizi email : controlla se l tuo account risulta trafugato

Posted on : 17-08-2012 | By : admin | In : News pirateria ,sicurezza e truffe

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Yahoo ha fatto sapere che sono state rubate quasi mezzo milione di password . Il problema non riguarda solo Yahoo, ma anche Gmail ,Hotmail e altre. Per prevenire il più possibile i vostri rischi consigliamo di :

1) andare in questo indirizzo e controllare la vostra vulnerabilità

2) cambiare password se risultate positivi al furto di password o se avete password stupide e prevedibili come qwerty,123456,welcome,password,admin,ecc…

Rumors Apple : riassunto

Posted on : 17-08-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

In questo periodo ,come ogni anno del resto, vengono pubblicati in rete centinaia di articoli riguardo ai rumors Apple. E’ infatti questo il periodo che segna l’imminente arrivo del nuovo iPhone. In questo articolo vogliamo riordinare le idee ai lettori facendo un breve riassunto dei rumors più diffusi e ,allo stesso tempo, dare una nostra opinione sull’affidabilità.

YOUTUBE RIMOSSO DAL SISTEMA OPERATIVO INSIEME A GOOGLE MAPS : Le discordie tra Google e Apple ,anche per via della concorrenza Android, ha interrotto la collaborazione tra le due società  e nel nuovo sistema operativo non vedremo più Google Maps ( secondo me erano molto buone, anche per via dello Street View ) . Al posto del celeberrimo servizio di Google ne vedremo uno sviluppato da Apple.  Certo resta incomprensibile come Apple potrà in breve tempo coprire il territorio senza l’ausilio di Google.  La stessa cosa vale anche per Youtube, che molto probabilmente resterà disponibile sull’App Store, ma non verrà implementata di base  nel sistema operativo. Speriamo solo che l’applicazione non venga monetizzata , anche perchè in tal caso sarebbe un vero scandalo !

DATA DI USCITA :  uno dei rumors più combattuti in internet riguarda la data di uscita dello smartphone. Una delle date più probabili per la presentazione rappresenta il 12 settembre 2012 , come sembrerebbe confermato da Sharp ,la quale sta distribuendo i suoi schermi proprio in questi giorni. Lastessa data di presentazione è data da iMore , che però non nomina alcuna fonte. La vendita in Italia è stimata nella prima metà di ottobre 22, probabilmente il 5.

DISPLAY : A prescindere  che tutti i rumors riguardanti la componentistica si sono rivelati principalmente non attendibili, a cominciare dalle dimensioni dello schermo. Già con l’iPhone 4 aspettavamo un display da 4 pollici, ma questo non è mai arrivato. Pertanto non mi sento di dire che avremo tale display, anche se  alcune fotografie di un produttore (ovviamente cinese) ci mostrano la scocca (e quindi il design) del melafonino e ci indirizzano a credere di un aumento delle dimensioni dello schermo.

Altri rumors conponentistici riguardano la composizione in liquid metal , l’adozione di un nuovo dock , il nome dello stesso smartphone ( se si chiamasse Nuovo iPhone come successo con l’iPad ? ) , ecc… Ma ci conviene attendere il 12 settembre…

Skype, come con Google avremo pubblicità mirata

Posted on : 14-07-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1

Tutti sappiamo che lo scopo della pubblicità è quello di informare e convincere quante più persone all’acquisto di un prodotto/servizio , raggiungendo quindi sempre più ipotetici clienti. Le forme cartacee di pubblciità, tuttavia, possono essere poco adeguate ai nostri interessi o al luogo di nostra residenza. La stessa cosa accade per tabelloni appesi sulle strade, trasmissioni televisive e radiofoniche , telefonate di call center, ecc…

L’unica tipologia di pubblcità che può essere mirata, e quindi raggiungere automaticamente le persone ritenute interessate, è quella informatica . Se è vero che la maggiorparte di questa è casuale e appare come apertura di pagine, pop-up  e altro , è anche vero che alcune sponsorizzazioni come quelle di Google sono mirate. Il motore di ricerca più conosciuto al mondo ,infatti, sfrutta le nostre ultime ricerche per catapultarci addosso pubblicità mirata. Ad esempio se cerchiamo un certo prodotto insistentemente ( su una decina di siti ad esempio o decine di annunci su Ebay) cominceranno ad apparire pubblicità su quel prodotto.

Tutta questa introduzione serve a spiegare cosa intendo per pubblicità mirata, dato che è una metodologia in via di svilupo e che probabilmente interesserà a breve anche gli utenti di Skype (probabilmente saranno esclusi quelli che utilizzano il servizio Premium) . Pertanto se forniamo durante l’iscrizione o nella modifica di dati i nostri gusti, la nostra residenza, ecc…. ,potremmo notare anche la pubblicità di un negozio che sta molto vicino a casa nostra.

Genova, produzione di energia attraverso il peso

Posted on : 14-07-2012 | By : admin | In : News tecnologie

Tag:, , , , , , , , , , , ,

0

Per la serie “Energia elettrica in modo innovativo” descriviamo oggi un sistema che verrà adottato a Genova, più precisamente al porto. Una società israeliano ha infatti messo a punto un sistema, concettualmente semplice da capire, che attraverso il passaggio di un pesante autoveicolo riesce a produrre energia elettrica. Tale sistema si compone di un piccolo dosso : il passaggio del veicolo causa una notevole pressione che aziona delle pompe a pistoni (volumetriche) . E’ chiaro quindi che un sistema simile possa essere conveniente in luoghi dove passano molti autoveicoli pesanti e a velocità ridotte ( porti, stazioni di scalo merci, dogane,ecc) . Ne deriva un vantaggio anche economico, oltre che ambientale.

 

Bus e auto mossi dalle frenate

Posted on : 13-07-2012 | By : admin | In : News tecnologie

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

In questo articolo parleremo di due casi ben distinti, ma riconducibili ad un medesimo effetto. Il primo progetto è stato finanziato dall’Unione Europea  e consiste nella messa in circolazione di 2 autobus ibridi , dove la parte elettrica funziona senza batterie. Sostanzialmente il sistema accumula l’energia durante  le frenate per poi cederla durantegli aumenti di velocità. Questo sistema ,applicato con successo già in alcuni stati europei, vedrà la luce anche in Italia . Infatti i due autobus sono stati acquistati dalla società che gestisce i trasporti bolognesi  e sfruttano l’energia inerziale grazie a condensatori e capacitori. Questa innovazione può risultare molto utile in tracciati cittadini ,dove frenate e accelerazioni sono un continuo susseguirsi. Ne consegue un evidente risparmio energetico.

Il secondo progetto che andiamo a descrivere brevemente è stato sviluppato e finanziato dal Ministero dello Sviluppo spagnolo, il quale ha scelto la propria rete ferroviaria  come offerente di ricarica elettrica per auto che sfruttano questa fonte di energia.  Il progetto ha l’obiettivo di convolgiare l’energia prodotta dalle frenate del treno in apposite piazzole provviste anche di pannelli fotovoltaici : qui le auto potranno ricaricarsi . Il Ministero competente ha dichiarato che con questo sistema si potrà recuperare dal 5 al 10% dell’energia utilizzata dalla rete ferroviaria per muovere i convogli ferroviari.  Anche in questo caso si propone uno sviluppo dell’industria del settore rinnovabile e un forte impulso alla diffusione dell’auto elettrica,specie se i tempi di ricarica delle batterie per auto saranno relativamente brevi e i costi competitivi.

Windows dice stop alla lettura di DVD di default

Posted on : 13-07-2012 | By : admin | In : Altre news, News software e OS

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Microsoft ha rilasciato ufficialmente la notizia dell’abbandono dei DVD e Blu Ray , supporti  ottici in declino nelgli Stati Uniti ed effettivamente antiquati se paragonati ai contenuti presenti online o su Hard Disk. Il nuovo sistema operativo , pertanto, non supporterà di default  la lettura di questi supporti, in quanto Windows Media Center sarà sprovvisto di tale funzione . La soluzione consiste nell’acquisto di un pacchetto aggiuntivo,ma ovviamente risulterà più conveniente l’installazione di software freeware come VLC (presente nel nostro catalogo software).