Crea sito

Featured Posts

  • Prev
  • Next

Rumors Apple : riassunto

Posted on : 17-08-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

In questo periodo ,come ogni anno del resto, vengono pubblicati in rete centinaia di articoli riguardo ai rumors Apple. E’ infatti questo il periodo che segna l’imminente arrivo del nuovo iPhone. In questo articolo vogliamo riordinare le idee ai lettori facendo un breve riassunto dei rumors più diffusi e ,allo stesso tempo, dare una nostra opinione sull’affidabilità.

YOUTUBE RIMOSSO DAL SISTEMA OPERATIVO INSIEME A GOOGLE MAPS : Le discordie tra Google e Apple ,anche per via della concorrenza Android, ha interrotto la collaborazione tra le due società  e nel nuovo sistema operativo non vedremo più Google Maps ( secondo me erano molto buone, anche per via dello Street View ) . Al posto del celeberrimo servizio di Google ne vedremo uno sviluppato da Apple.  Certo resta incomprensibile come Apple potrà in breve tempo coprire il territorio senza l’ausilio di Google.  La stessa cosa vale anche per Youtube, che molto probabilmente resterà disponibile sull’App Store, ma non verrà implementata di base  nel sistema operativo. Speriamo solo che l’applicazione non venga monetizzata , anche perchè in tal caso sarebbe un vero scandalo !

DATA DI USCITA :  uno dei rumors più combattuti in internet riguarda la data di uscita dello smartphone. Una delle date più probabili per la presentazione rappresenta il 12 settembre 2012 , come sembrerebbe confermato da Sharp ,la quale sta distribuendo i suoi schermi proprio in questi giorni. Lastessa data di presentazione è data da iMore , che però non nomina alcuna fonte. La vendita in Italia è stimata nella prima metà di ottobre 22, probabilmente il 5.

DISPLAY : A prescindere  che tutti i rumors riguardanti la componentistica si sono rivelati principalmente non attendibili, a cominciare dalle dimensioni dello schermo. Già con l’iPhone 4 aspettavamo un display da 4 pollici, ma questo non è mai arrivato. Pertanto non mi sento di dire che avremo tale display, anche se  alcune fotografie di un produttore (ovviamente cinese) ci mostrano la scocca (e quindi il design) del melafonino e ci indirizzano a credere di un aumento delle dimensioni dello schermo.

Altri rumors conponentistici riguardano la composizione in liquid metal , l’adozione di un nuovo dock , il nome dello stesso smartphone ( se si chiamasse Nuovo iPhone come successo con l’iPad ? ) , ecc… Ma ci conviene attendere il 12 settembre…

Google rifà le mappe in 3D e si espande

Posted on : 12-06-2012 | By : admin | In : Servizi online

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

I dirigenti diGoogle hanno recentemente rilasciato alcune informazioni riguardo ai progetti futuri, a partire da un ampliamento delle mappe che comprenderanno alcuni tra i sentieri di montagna e stradine. Ma la notizia che fa sicuramente più clamore è l’iniziativa di rifare le mappe in 3D . In pratica gli edifici verranno visualizzati  come già accade per alcuni moumenti e zone famose o importanti. Per fare ciò Google ha previsto di utilizzare aerei per riprendere 4 visuali di ogni edificio e successivamente montare tali immagini in modo da creare una visuale 3D  fotorealistica.

Google ha stipulato infatti alcuni contratti con dverse compagnie incaricate di sorvolare il globo per le riprese . Per quanto riguarda invece i sentieri di montagna non accessibili nè con l’aereo e nemmeno  con Google car , ci saranno degli incaricati “boy scout”  che si addentreranno con le giuste attrezzature.

Nuova versione di Chromebook

Posted on : 01-06-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Il primo Chromebook, prodotto da Samsung e con il particolare sitema operativo Chrome OS di Google, non ha avuto molto successo dal punto di vista dei pezzi venduti, sebbene è ben quotato ed ha ottime qualità per chi vuole un PC molto reattivo e lo utilizza per carichi di lavoro non pesanti (cone i netbook, ottimi per la navigazione web) .Samsung e Google ci riprovano con un aggiornamento del NetPC e con un nuovo modello di mini-computer, scopiazzato dal Mac Mini e che si chiama Chromebox.

Sono denominati Chromebook Series 5 550 e Chromebox Series 3 e con i processori Intel che adotteranno saranno 3 volte più veloci della versione scorsa di Chromebook. E con un boot di soli 7 secondi e una ripresa del sistema praticamente istantanea si apprestano ad essere i portatili più scattanti del mercato. Oviamente ciò riguarda i carichi di lavoro di piccola entità e questi NetPC non sono adatti all’elaborazione grafica,al gaming e ad altre mansioni particolarmente esose in termini di hardware .

Il Samsung Chromebook conferma ovviamente l’hard disk allo stato solido (SSD) e annuncia una quantità di ram doppia rispetto al modello precedente (si passa a 4gb) ,rendendolo   portatile intermedio tra i NetPC classici e i Notebook. Ciò renderà le operazioni certamente più veloci ,ma d’altro canto si riduce a 6 ore la durata della batteria, visto che non è stata modificata. Ciò che tuttavia ostacolerà molto probabilmente le vendite è il prezzo di questo dispositivo : 450$ per il modello wi-fi e 550$ per il modello wi-fi+3G sono veramente troppi e  la qualità hardware potrebbe essere goduta da pochissimi clienti.

Il secondo PC che è stato ufficialmente presentato ( e definito da noi come scopiazzato da mac mini) è il  Chromebox, una “scatoletta” da attaccare ad uno schermo proprio come il predetto piccolo PC di Apple. Simile al Chromebook nel processore e nella ram , propone WiFi, Bluetooth, uscita DVI , una Display Port e classiche USB . Prezzi a partire da 329$, più appetitosi del Chromebook.

Microsoft prepara il suo social network

Posted on : 20-11-2011 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Sembra non avere più fine la battaglia tra i social network ed ora anche Microsoft metterà piede in questo settore con Socl, già disponibile in versione beta. Ma la domanda che ci poniamo è la stessa che ci siamo porti nei primi articoli su Google+ : E’ solo un modo per fare boom di iscrizioni e guadagnarsi visibilità o Socl offrirà veramente qualcosa di diverso e in più rispetto agli altri due grandi colossi?

Dato che da Redmond non è trapelata alcuna notizia riguardante la tabella di marcia per Socl, ci chiediamo anche se Socl avrà o meno i suoi natali. Ricordiamo infatti che Microsoft ha esperienza nell’investire grandi capitali per poi fare buchi nell’acqua (ricordiamo principalmente Windows Vista, tablet Courier  e il declino di Hotmail).

Ma passiamo ora ai fatti e a ciò che già si sa. Socl è ora disponibile ad una ristretta cerchia di “fortunati ” (o forse no?) che lo stanno testando. Una delle proprietà che è stata annunciata è la possibilità di vedereun filmato insieme al nostro o ai nostri interlocutori: il filmato appare su entrambi gli schermi e viene visualizzato nello stesso tempo (salvo problemi di connessione internet di uno dei due/più PC ). Lato dolente è invece la mancata funzionalità (almeno della versione beta) di inviare messaggi privati ad un nostrocontatto offline (il classico messaggio di Facebook per intenderci).

Dal punto di vista estetico Microsoft non è mai stata un asso e anche in questo caso non si smentisce: il design è classico di un social network, quindi molto simile a quelli già ben conosciuti. E’ altresì vero che stiamo parlando di una versione di prova e che forse la grafica è stata poco curata per non perderetroppo tempo e dare precedenza alla parte funzionale. Speriamo bene!

Google e la rivoluzione del mondo TV

Posted on : 04-11-2011 | By : admin | In : Altre news, Novità e progetti hardware

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Come descritto in questo articolo sono sempre più persone ad abbandonare la TV in stile classico ,con canali visibile tramite digitale terrestre o satellitare. E sono molti quelli che,grazie ad una legge ormai in vigore da diverso tempo, decidono di abbadonare Sky e servizi simili. Sono invece sempre in crescita quelli che si affidono allo streaming da internet o comunque a servizi che permettono di scegliere cosa vedere tra diversi contenuti. Google ,attraverso Youtube, vuole certamente monetizzare al più possibile questa tendenza ed infatti si sta muovendo di pari passo alle case produttrici ,le quali inseriscono nei loro ultimi modelli internet in tecnologia wireless.

Nello specifico Youtube sta preparando una serie di canali (pare più di un centinaio) su tematiche diverse che diverranno accessibili tra il 2012 e il 2013 . Ovviamente resteranno sempre disponibili i classici filmati di Youtube così come li conosciamo ora.

Che ne pensate?

Facebook :è gratis e lo sarà sempre.

Posted on : 04-10-2011 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Così recita la frase situata alla home page del più celebre social network. Ma non è della sua parola che ci fidiamo,ma di ben tutt’altro. In questo articolo voglio elencare le principali motivazioni che confutano la teoria di un possibile Facebook a pagamento. La motivazione principale risiede nel fatto che Facebook guadagna di più vendendo i propri utenti a società esterne che vendere qualcosa agli utenti stessi. Il principio è simile (ma tuttavia non uguale) agli omaggi rilasciati da diverse ditte: molte volte vi sarà capitato di ricevere dei piccoli omaggi dalle più svariate aziende… ebbene questi omaggi hanno scopi soprattutto pubblicitari e nell’ottica dei costi, risulta più economico o perlomeno efficace che pubblicizzarsi in altri modi. Analogamente Facebook vi regala il proprio servizio di Social Network ,in quanto i suoi guadagni li ricava da altre società, vendendo praticamente i propri utenti. Infatti i milioni di post,link,commenti,gusti e opinioni personali rilasciate nei loro server , hanno un grosso valore economico. Infatti attraverso Facebook , i produttori di un qualsiasi bene possono ricavare molte notizie a livello statistico sui gusti della gente,di moltissima gente. Ed è logico che più sono gli utenti, magiore è l’attendibilità e la completezza dele statistiche e d conseguenza maggiore è il suo valore. Anche la pubblicità è un grosso introito per il social network e il concetto funziona allo stesso modo di quello precedente: più persone visualizzano l’annuncio e più lo spazio pubblicitario viene a costare. Altra motivazione direttamente economica è il credito virtuale acquistabile tramite Facebook ed utilizzabile principalmente nei giochi,tra cui il troppo famoso(per i miei gusti) Farmville. Gli utenti che acquistano crediti virtuali diminuirebbero proporizionalmente al numero di iscritti al social network se questo dovesse diventare a pagamento. L’ultimo motivo non riguarda in modo diretto l’economia, ma la posizione nella classifica dei social network: ora che Facebook non è più un “monopolio” nel settore , se diventasse a pagamento si assisterebbe ad una grande emigrazione verso altri social network, tra cui spicca il neo arrivato Google+. Cosa che Facebook vuole certamente evitare per le motivazioni già citate, anche perchè altrimenti la guerra tra i social network  tutt’ora in fase di combattimento non avrebbe alcun senso.

Riassumendo:

FACEBBOK A PAGAMENTO –> MIGRAZIONE DEGLI UTENTI –> MINORI INTROITI ECONOMICI E DI IMMAGINE DIRETTI E INDIRETTI

Google+ aperto al pubblico: assalto ai server Google.

Posted on : 04-10-2011 | By : admin | In : Altre news, Senza categoria

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Mercoledì 21 settembre 2011 Google è finalmente diventato pubblico ed aperto a tutti. Nei 90 giorni precedenti a questa data il colosso di Mountain View ha apportato sostanziosi  miglioramenti su tutti i fronti. Già nelle prime ore di apertura pubblica i server Google sono rimasti sotto assedio dalle migliaia di persone che  creavano il loro account. Il mercoledì dopo si registrava già più del 1000% del traffico internet rispetto alla settimana precedente,cioè un traffico 10 volte superiore. In 7 giorni sono infatti contate 15 milioni di iscrizioni al social network ,il quale è passato dalla 54a  alla ottava posizione nei social network più visitati.

Ora sono passate circa 2 settimane e Google+ ha oltrepassato la quota di 50 milioni di iscritti, confermando un nuovo record mondiale. Certo ha avuto il notevole vantaggio che tutti oramai sanno cosa è un social network in modo abbastanza preciso,mentre quando nacque Facebook ci furono numerosi dubbi tra gli utenti prima di confermare la registrazione.

La straordinaria quota di iscrizioni è stata raggiunta in circa 88 giornate , a confronto delle 1325 impiegate da Facebook per raggiungere la stessa quota. Il grafco sottostante mostra l’incremento di utenti in Google+ .

Impara l’elenco delle emoticons su Facebook e semplifica la scrittura delle più comuni!

Posted on : 23-09-2011 | By : admin | In : Altri metodi comunicazione online, OS Windows per PC, Servizi online, Social network

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Le emoticons,ovvero le conosciutisime faccine ormai usate in tutti i social network, hanno compiuto ieri 22 settembre  ben 30 anni . Tanti auguri !!! :-)

Per la precisione ,la faccina che ho scritto qui sopra è stata la prima ad essere creata dall’ingegnere informatico Scott Fahlman.

E quale migior occasione per mostrarvi un’estensione perMozilla Firefox  che vi permetterà di animare le vostre chat Facebook e i vostri stati in modo più originale? Bene ,cominciamo :) .

Innanzitutto dobbiamo procurarci il browser Mozilla Firefox ,scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale e da altre decine di canali.

Il secondo passo consiste nel trovare uno script o un’estensione del browser. Ce ne sono tanti in giro ,ma la maggiorparte sono capaci di creare dei bei casini, in quanto veri e propri software. Altri ,invece, non funzionano o non sono soddisfacenti.

Io consiglio di installare l’estensione Greasemonkey,scaricabile da qui e utile per moltissime altre cose, come dimostrano le altre guide presenti in Megaweb.

Una volta installata l’estensione Greasemonkey ci manca il vero e proprio script. Tra gli script che consiglio c’è sicuramente questo ,che non fa altro che aggiungere la lista delle classiche emoticons una volta aperta la chat con un contatto. In questo modo basterà cliccare sulla emoticons senza scriverla sulla tastiera!

molti altri siti o blog spiegano invece come aggiungere alte faccine attraverso un’estensione del browser,come ad esempio Facemods. Tuttavia io sconsiglio vivamente tali estensioni che ,tra laltro, non sono scaricabili direttamente dal sito ufficiale di Mozilla o dal suo store ufficiale. Dopo aver provano alcune di quelle estensioni mi sono infatti reso conto che sono dei veri e propri software che si installano a parte (e quindi appariranno nel pannello di controllo) e non mi hanno soddisfatto: pubblicità ,alcuni malfunzionamenti ,ecc…

Quindi ,in conclusione, consiglio l’installazione della sola estensione Greasemonkey e dello script linkato e ,in ogni caso, non installate software esterni da mozilla che vengono “spacciati” per estensioni ufficiali di Mozilla.

p.s = ho citato Mozilla Firefox perchè lo ritengo il miglior browser in circolazione attualmente,ma sicuramente ci sarà il plugin analogo per altri browser

 

Facebook introduce delle macro-liste automatiche

Posted on : 21-09-2011 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , ,

0

La battaglia sul settore social si fa sempre più ardua e Facebook teme il confronto di Google + , l’unico potenziale suo concorrente. Particolarmente gradita su Google+ le cerchie degli amici che permettono automaticamente di inserire le persone in diverse liste. Non che questo su Facebook non sia possibile,ma le liste devono esserecreate manualmente,così come manualmente bisogna inserire ogni singoo contatto dopo avergli inviato la richiesta di amicizia o dopo aver stretto amicizia. In altre parole le liste esistono già da diverso tempo ed ognuno poteva crearne quante ne voleva. Ma il procedimento non era co semplificato come quello del social network di Google. Ed ecco quindi che Facebok modifica nuovamente le funzionalità del suo servizio con l’aggiunta di macro categorie . potremo ad esempio classificare in stile Google+  i compagni di scuola,i colleghi di lavoro,quelli che abitano in un raggio massimo di 80km  da noi ( a mio avviso questalista è sprecata, o meglio 80 km comprendono quasi tutti i contatti). Potremo poi classificare gli amici in base al grado di simpatia scegliendo tra “amico di cui ci si può fidare ciecamente” , “amico conosciuto in modo superficiale” e “amico alla quale dobbiamo dedicare pochi minuti” .

Ovviamente sarà possibile personalizzare la nostra privacy e le informazioni visibili del nostro profilo in modo diverso per ogni macro lista, così come accade ora con le classiche liste”manuali”

Nuova grafica Youtube: Cosmic Panda

Posted on : 20-07-2011 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

0

Una serie di rinnovamenti per Google in questo periodo: oltre a Google+ di cui abbiamo parlato già fin troppo, voglio segnalare il rinnovamento grafico che avverrà a breve in Youtube. La nuova veste grafica sarà caratterizzata da una colorazione particolare ad effetto cinema: un insieme di gradazioni che vanno dal grigio charo al nero. Per quanto riguarda la posizione dei vari elementi caratteristici di Youtube citiamo solo lo spostamento della finestra del video al centro e una barra di ricerca più visibile. Potete provare in anteprima questa nuova veste grafica (battezzata come Cosmic Panda) a questo link