Crea sito

Featured Posts

  • Prev
  • Next

Rumors Apple : riassunto

Posted on : 17-08-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

In questo periodo ,come ogni anno del resto, vengono pubblicati in rete centinaia di articoli riguardo ai rumors Apple. E’ infatti questo il periodo che segna l’imminente arrivo del nuovo iPhone. In questo articolo vogliamo riordinare le idee ai lettori facendo un breve riassunto dei rumors più diffusi e ,allo stesso tempo, dare una nostra opinione sull’affidabilità.

YOUTUBE RIMOSSO DAL SISTEMA OPERATIVO INSIEME A GOOGLE MAPS : Le discordie tra Google e Apple ,anche per via della concorrenza Android, ha interrotto la collaborazione tra le due società  e nel nuovo sistema operativo non vedremo più Google Maps ( secondo me erano molto buone, anche per via dello Street View ) . Al posto del celeberrimo servizio di Google ne vedremo uno sviluppato da Apple.  Certo resta incomprensibile come Apple potrà in breve tempo coprire il territorio senza l’ausilio di Google.  La stessa cosa vale anche per Youtube, che molto probabilmente resterà disponibile sull’App Store, ma non verrà implementata di base  nel sistema operativo. Speriamo solo che l’applicazione non venga monetizzata , anche perchè in tal caso sarebbe un vero scandalo !

DATA DI USCITA :  uno dei rumors più combattuti in internet riguarda la data di uscita dello smartphone. Una delle date più probabili per la presentazione rappresenta il 12 settembre 2012 , come sembrerebbe confermato da Sharp ,la quale sta distribuendo i suoi schermi proprio in questi giorni. Lastessa data di presentazione è data da iMore , che però non nomina alcuna fonte. La vendita in Italia è stimata nella prima metà di ottobre 22, probabilmente il 5.

DISPLAY : A prescindere  che tutti i rumors riguardanti la componentistica si sono rivelati principalmente non attendibili, a cominciare dalle dimensioni dello schermo. Già con l’iPhone 4 aspettavamo un display da 4 pollici, ma questo non è mai arrivato. Pertanto non mi sento di dire che avremo tale display, anche se  alcune fotografie di un produttore (ovviamente cinese) ci mostrano la scocca (e quindi il design) del melafonino e ci indirizzano a credere di un aumento delle dimensioni dello schermo.

Altri rumors conponentistici riguardano la composizione in liquid metal , l’adozione di un nuovo dock , il nome dello stesso smartphone ( se si chiamasse Nuovo iPhone come successo con l’iPad ? ) , ecc… Ma ci conviene attendere il 12 settembre…

Windows 8 : poche edizioni e poca confusione

Posted on : 13-07-2012 | By : admin | In : News software e OS

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Non sappiamo come sarà in definitiva l’aspetto di Windows 8 , ma fonti ufficiali Microsoft garantiscono  la scomparsa della moltitudine di edizioni del sistema operativo : starter, home basic,home premium,professional,enterprise,ultimate . Tutta roba vecchia. I PC che monteranno Windows 8 avranno  due possibilità : Windows 8 , ovvero la base destinata ala maggiorparte dei consumatori, e Windows 8 Pro , una edizione logicamente più completa . A queste due si aggiunge la versione RT , ovvero quella dedicata principalmente ai tablet. Una particolarità importante : le App che gireranno su PC Windows funzioneranno anche su tablet . In questo modo i due dispositivi saranno ,sotto il profilo della somiglianza software, compatibili.

Google rifà le mappe in 3D e si espande

Posted on : 12-06-2012 | By : admin | In : Servizi online

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

I dirigenti diGoogle hanno recentemente rilasciato alcune informazioni riguardo ai progetti futuri, a partire da un ampliamento delle mappe che comprenderanno alcuni tra i sentieri di montagna e stradine. Ma la notizia che fa sicuramente più clamore è l’iniziativa di rifare le mappe in 3D . In pratica gli edifici verranno visualizzati  come già accade per alcuni moumenti e zone famose o importanti. Per fare ciò Google ha previsto di utilizzare aerei per riprendere 4 visuali di ogni edificio e successivamente montare tali immagini in modo da creare una visuale 3D  fotorealistica.

Google ha stipulato infatti alcuni contratti con dverse compagnie incaricate di sorvolare il globo per le riprese . Per quanto riguarda invece i sentieri di montagna non accessibili nè con l’aereo e nemmeno  con Google car , ci saranno degli incaricati “boy scout”  che si addentreranno con le giuste attrezzature.

Nuova versione di Chromebook

Posted on : 01-06-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Il primo Chromebook, prodotto da Samsung e con il particolare sitema operativo Chrome OS di Google, non ha avuto molto successo dal punto di vista dei pezzi venduti, sebbene è ben quotato ed ha ottime qualità per chi vuole un PC molto reattivo e lo utilizza per carichi di lavoro non pesanti (cone i netbook, ottimi per la navigazione web) .Samsung e Google ci riprovano con un aggiornamento del NetPC e con un nuovo modello di mini-computer, scopiazzato dal Mac Mini e che si chiama Chromebox.

Sono denominati Chromebook Series 5 550 e Chromebox Series 3 e con i processori Intel che adotteranno saranno 3 volte più veloci della versione scorsa di Chromebook. E con un boot di soli 7 secondi e una ripresa del sistema praticamente istantanea si apprestano ad essere i portatili più scattanti del mercato. Oviamente ciò riguarda i carichi di lavoro di piccola entità e questi NetPC non sono adatti all’elaborazione grafica,al gaming e ad altre mansioni particolarmente esose in termini di hardware .

Il Samsung Chromebook conferma ovviamente l’hard disk allo stato solido (SSD) e annuncia una quantità di ram doppia rispetto al modello precedente (si passa a 4gb) ,rendendolo   portatile intermedio tra i NetPC classici e i Notebook. Ciò renderà le operazioni certamente più veloci ,ma d’altro canto si riduce a 6 ore la durata della batteria, visto che non è stata modificata. Ciò che tuttavia ostacolerà molto probabilmente le vendite è il prezzo di questo dispositivo : 450$ per il modello wi-fi e 550$ per il modello wi-fi+3G sono veramente troppi e  la qualità hardware potrebbe essere goduta da pochissimi clienti.

Il secondo PC che è stato ufficialmente presentato ( e definito da noi come scopiazzato da mac mini) è il  Chromebox, una “scatoletta” da attaccare ad uno schermo proprio come il predetto piccolo PC di Apple. Simile al Chromebook nel processore e nella ram , propone WiFi, Bluetooth, uscita DVI , una Display Port e classiche USB . Prezzi a partire da 329$, più appetitosi del Chromebook.

SSD : caratteristiche generali ,diffusione e differenza con i classici HDD

Posted on : 20-12-2011 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1

Da diverso tempo sono comparsi sul mercato gli SSD, ovvero hard disk “allo stato solido”. Non è il primo articolo che scriviamo su queste memorie,ma con questo post  desidero informare sulle caratteristiche principali degli SSD, spiegare brevemente cosa sono ed i vantaggi/svantaggi , e parlare un po’ della tecnologia attuale(cioè fine 2011)  in rapporto a questo tipo di memorie.

SSD è  l’acronimo di Solid State Drive , ovvero ” memoria allo stato solido” o memoria flash. La storia di queste memorie vanta già molti anni,pertanto è impossibile che non ne abbiate mai sentito parlare: anche le chiavette USB ,le memorie per macchine fotografie  e memorie simili funzionano tramite lo stesso meccanismo.

Nonostante questa tecnologia non sia poi così nuova,solo recentemente si è pensato di utilizzarla direttamente come hard disk principale di un computer a livello commerciale : prima infatti una chiavetta USB o qualsiasi memoria simile non eccedeva i 32 GB (e nonostante ciò i costi non erano poi così contenuti) . Solo con la comparsa di alcuni netbook e successivamente di alcuni notebook  , gli SSD sono stati commercializzati nei computer come “configurazione di default” ,mentre prima erano componenti esclusivamente su richiesta. Le motivazioni stanno nella leggerezza e nelle dimensioni di queste memorie ,che sono alcuni dei vantaggi degli SSD. Attualmente gli SSD più capienti (ma non più performanti) montati in computer su configurazione di default sono i MAcbook Air ( con modelli da 64,128 e 256 GB ).

La caratteristica principale da un punto di vista tecnico è la mancanza di un disco che ruota e quindi della “parte meccanica” dell’hard disk. Se ci pensiamo bene ,infatti, dubito che qualcuno abbia mai sentito un disco girare in una chiavetta USB,in un Ipod/lettore MP4,ecc… !

I vantaggi di tale memorie sono i seguenti:

- Dimensioni e peso minori : questa caratteristica è particolarmente utile nei portatili,che possono così risparmiare spazio e diventare più comodi e maneggevoli da trasportare. Il MAcbook Air, tanto sponsorizzato per la sua leggerezza, è infatti l’unico modello di casa Apple a montare,già nella configurazione di base, una memoria allo stato solido. Nella categoria Hardware di Megaweb potete confrontare i pesi sia degli SSD che degli HDD. Indicativamente un HDD peserà dai 500 ai 700 grammi, mentre un SSD può raggiungere pesi inferiori ai 200 grammi.

-Prestazioni maggiorate: le velocità di scrittura e lettura sono almeno maggiorate se il computer monta un SSD. Per dare qualche dato:

1) Un HDD modesto possiede velocità di lettura/scrittura di 100 mb/s

2) Un ottimo HDD come il Western Digital Caviar Black 1TB raggunge velocità di lettura /scrittura di 126 mb/s .

3) Un HDD a 10000 giri/min come il Western DIgital Velociraptor raggiunge una velocità di lettura di  145 mb/s

4)Il modello di SSD montato sul Macbook Air  ha una velocità di lettura di (circa) 280 mb/s

5) Gli ultimi modelli di SSD con Sata III raggiungono velocità di lettura di circa 550 mb/s e  velocità di scrittura di 500mb/s

 

-Maggior Affidabilità:  il disco e il meccanismo di un HDD è sicuramente meno affidabile di una memoria SSD,considerando che non ci sono particolari parti meccaniche delicate. Inoltre è anche più affidabile per quanto concerne la sovrascrittura dei dati.

-Più ordine: l’HDD sparpaglia i dati dove gli pare, pertanto è consigliata una frequente frammentazione . Gli SSD risolvono questo particolare,garantendo migliori prestazioni.

-Consumo : sia per l’attenzione allo spreco energetico e sia perchè negli SSD nulla si muove( e quindi non si crea lavoro) , i consumi  sono molto bassi

- Silenziosità : una delle caratteristiche analizzate dai tester di HDD è la rumorosità . Gli SSD sono campioni in silenziosità.

Dopo aver esposto i principali pregi,andiamo ora a elencare i principali difetti.

-Costo : una delle piaghe di queste memorie è il prezzo. Infatti è curioso notare come un Hard disk da 1000Gb classico abbia costi sui (60-80€)  e una chiavetta USB da 32Gb di poco inferiori. Giusto per dare qualche dato , gli HDD hanno un costo medio pari a 0,1 €/Gb ,mentre gli SSD, attualmente in fase di calo di prezzo , hanno costi superiori ad 1€/gb (e sino a 3 mesi fa i costi erano di 2-3 €/gb) .

-Capacità: è un difetto relativo, in quanto generalmente non vengono mai occupati più di 150gb in un computer, salvo chi conserva un alibreria molto grande di musica,foto o video , oppure ha molti giochi installati.

 

Siccome questo articolo l’ho scritto anche per dare una risposta comune a tutti coloro che ci hanno posto domande (soprattutto chi ha utilizzato questo nostro servizio) sugli SSD , rispondo ora alle domande più frequenti a cui non è stata ancora accennata una risposta. Queste domande sono per la maggiorparte dovute alla poca diffusione di queste memorie sul mercato di massa. Infatti gli SSD non sono ancora montati di default sui PC desktop e pertanto sono esclusivamente montati su richiesta in un assemblato.

Domanda : Per quale motivo dovrei scegliere un SSD al posto di un HDD a 10000 giri?

Questa domanda viene generalmente posta dai gamers,i quali conoscono gli HDD veloci a 10000 giri/minuto , dalle caratteristiche più performanti rispetto agli HDD a 7200 giri/minuto . Per rispondere a questa domanda bisogna considrare principalmente, tra tutti i vantaggi già visti, le prestazioni (che è ciò che importa ai gamers) e l’affidabilità. Entrambe queste qualità sono superiori negli SSD. Pertanto,attualmente, gli HDD a 10000 giri/secondo sono stati accantonati.

Domanda: Considerando che gli SSD hanno poca capacità, come posso risolvere il mio bisogno di spazio?

Premettendo che questo problema è prettamente di costi (ebbene sì,esistono SSD da 1Tb ,ma costano 1000-1500€) destinato a risolversi credo nel 2012 , bisogna dire che attualmente un SSD viene inserito come hard disk principale del PC ed utilizzato per sistema operativo e software.Viene associato,nel 90% dei casi, ad un classico HDD per garantire una capacità elevata. Possiamo così memorizzare i nostri dati. Una soluzione alternativa potrebbe essere quella di utilizzare la nuova tecnologia Cloud, utilizzare un proprio Server oppure un Hard disk esterno. Nessun problema per chi non necessita di particolare spazio.

Domanda: Quali sono i benefici del PC (nel complesso) che montano un SSD ?

I vantaggi di tali memorie sono stati già elencati. Per quanto riguarda le prestazioni del PC in generale bisogna partire da un presupposto: un PC deve essere equilibrato per poter essere sfruttato. E’ un concetto non nuovo, oramai parecchio diffuso nei blog . E’ infatti inutile mettere un processore quadcore i7 , montagne di Ram e altri componenti da paura se poi c’è qualche componente che ci frena le prestazioni. E generalmente ciò che frena le prestazioni è proprio l’hard disk. Chi possiede un PC abbastanza spinto con HDD classico può verificare questa cosa anche tramite la valutazione dell’hardware presente  in Vista e in Seven. Noterà che il voto dato all’HDD è di   5,9/ 7,9  (7,9 è il voto massimo raggiungibile, perlomeno in W7) ,mentre magari quello del processore è di 7,0   o superiore. Ed infine è triste notare il voto conplessivo del PC, pari al voto del componente più scarso (su questo non sono completamente d’accordo,anche se un elemento scarso frena ampiamente le capacità degli altri) .

Per completarela serie di dati, non è possibile sfruttare un processore i7  al di sopra del 40-45%  se viene associato ad un HDD,perchè è quest’ultimo a non poter superare i suoi limiti . Pertanto un processore simile risulterebbe praticamente inutile .

Domanda: per quali motivi non sono stati ancora inseriti gli SSD nei PC desktop  preassemblati ?

Spero che questa opportunità sia presa con il futuro anno. Per rispondere a questa domanda bisogna considerare l’effetto combinato di questi fattori: conoscenza dell’hardware di un utente medio ,costi degli SSD,volontà del produttore di creare maggior ricavo con il minimo costo. Stranamente a quanto si possa pensare, il costo è la motivazione che incide meno. Spiego questa mia affermazione:  i costi degli SSD sono alti sia per i costi di produzione maggiorati,ma soprattutto perchè sono poco venduti e poco diffusi. Conferma questa ipotesi  l’effetto dell’alluvione in Tailandia ,spiegato in questo articolo : sono rincarati del 170% gli HDD ,in quanto molto richiesti e scarseggianti nel magazzino,mentre invece gli SSD non hanno subito rincari. La diffusione degli SSD potrebbe quindi risolvere il problema del costo. Tuttavia bisogna considerare le conoscenze hardware di un utente medio,che bada quasi esclusivamente “ai numeri” : un hard disk da 1000gb sarà sicuramente migliore di uno da 256 , 8gb di ram sono meglio di 4gb ,ecc… Purtroppo non sono solo però i numeri di capacità che contano,ma anche la qualità costruttiva,la tipologia del componente , le frequenze,ecc… E qui si concatena l’obiettivo del produttore,ovvero  creare maggior ricavo con il minimo costo. Per quale motivo  “Io produttore” dovrei inserire un SSD da 128-256 Gb (il quale mi costerebbe molto più di un HDD e indirizzerebbe il cliente su un PC più capiente) quando posso vendere ad un prezzo minore (o talvolta uguale!!! :) ) un HDD che mi costa un decimo e crea maggior convinzione di un buon prodotto nel cliente? Sì, è vero : talvolta i produttori,per maggiorare i loro guadagni, sfruttano la modesta conoscenza dei componenti hardware per farci credere di avere un prodotto all’avanguardia … e inoltre ottengono anche il massimo guadagno.

Domanda: nel 2012 gli SSD saranno molto diffusi?

Me lo auguro,specialmente perchè calerebbe di molto il costo. Infatti cercherò di inserire in tutti i PC che comporrò tramite questo servizio un SSD con budget di 800-850€ , e direi che sarà un obbligo per quelli superiori a budget di 900-1000€.

Microsoft prepara il suo social network

Posted on : 20-11-2011 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Sembra non avere più fine la battaglia tra i social network ed ora anche Microsoft metterà piede in questo settore con Socl, già disponibile in versione beta. Ma la domanda che ci poniamo è la stessa che ci siamo porti nei primi articoli su Google+ : E’ solo un modo per fare boom di iscrizioni e guadagnarsi visibilità o Socl offrirà veramente qualcosa di diverso e in più rispetto agli altri due grandi colossi?

Dato che da Redmond non è trapelata alcuna notizia riguardante la tabella di marcia per Socl, ci chiediamo anche se Socl avrà o meno i suoi natali. Ricordiamo infatti che Microsoft ha esperienza nell’investire grandi capitali per poi fare buchi nell’acqua (ricordiamo principalmente Windows Vista, tablet Courier  e il declino di Hotmail).

Ma passiamo ora ai fatti e a ciò che già si sa. Socl è ora disponibile ad una ristretta cerchia di “fortunati ” (o forse no?) che lo stanno testando. Una delle proprietà che è stata annunciata è la possibilità di vedereun filmato insieme al nostro o ai nostri interlocutori: il filmato appare su entrambi gli schermi e viene visualizzato nello stesso tempo (salvo problemi di connessione internet di uno dei due/più PC ). Lato dolente è invece la mancata funzionalità (almeno della versione beta) di inviare messaggi privati ad un nostrocontatto offline (il classico messaggio di Facebook per intenderci).

Dal punto di vista estetico Microsoft non è mai stata un asso e anche in questo caso non si smentisce: il design è classico di un social network, quindi molto simile a quelli già ben conosciuti. E’ altresì vero che stiamo parlando di una versione di prova e che forse la grafica è stata poco curata per non perderetroppo tempo e dare precedenza alla parte funzionale. Speriamo bene!

iPhone 5 ad ottobre: quante possibilità?

Posted on : 23-08-2011 | By : admin | In : Novità e progetti hardware

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Fino ad ora Apple ha presentato ogni estate grosse novità ,soprattutto per quanto riguarda l’iPhone,che di tradizione si aggiorna di modello a giugno-luglio. L’attesa che Apple sta provocando non fa altro che aumentare speculazioni e rumors non ufficiali e ,per di più , Apple ottiene pubblicità in modo totalmente gratuito. Ma non dobbiamo temere: secondo AT&T ,ovvero il principale gestore mobile americano che primo fra tutti ha l’opportunità di offrire ai propri clienti un contratto telefonico che comprende in melafonino, la nuova versione di iPhone non dovrebbe tardare molto. AT&T resta comunque molto vago,indicando una data approssimativa che dovrebbe essere in ottobre-novembre.

Ma voglio riassumere in due righe i principali rumors e dubbi fuoriusciti in questi ultimi mesi: il nuovo iphone si chiamerà iphone 4s o iphone 5? ci sarà veramente una versione più economica e una più costosa? Potrebbe anche darsi che l’iphone 4s sia la versione economica e l’iphone 5 sia la versione più cara… Lo schermo touchscreen sarà più grandi rispetto alle versioni precedentemente commercializzate?

Ancora una piccola attesa per rispondere a queste domande,almeno secondo AT&T.

Il re della foresta su Mac : uscito OS X Lion

Posted on : 25-07-2011 | By : admin | In : Applicazioni Mac App Store, News software e OS, Software Mac

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Finalmente reso disponibile per il download il nuovo sistema operativo Mac che,come già parlato in post precedenti, integra molte funzioni presenti sul sitema operativo dell’iPad . Infatti OSX Lion non rappresenta in se un sistema operativo rivoluzionario ,ma più che altro un ottimo aggiornamento di un sistema operativo già favoloso. Apple punta,con questo aggiornamento, all’integrazione del multitouch anche sui computers . Infatti è necessario utilizzare il trackpad per usufruire di tutte le funzioni del sistema operativo. Il prodotto è acquistabile attraverso il Mac App Store ad un prezzo invitante di circa 24 euro e si installa in poco temp(meno di mezz’ora) . Per il Mac più vecchiotti sarà richiesto un riavvio di sistema e talvolta tempi un po’ più lunghi , ma in ogni caso le applicazioni e i programmi che avete installato rimarranno disponibili e compatibili.

Da un punto di vista grafico poche modifiche : dopotutto è più un aggiornamento che un sistema operativo rivoluzionario. L’interfaccia infatti risulta ben pulita e funzionale come quella del suo predecessore Leopard.