Crea sito

Featured Posts

  • Prev
  • Next

Facebook : chat sotto controllo

Posted on : 17-08-2012 | By : admin | In : Altre news

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Per Facebook la sicrezza è molto importante, sicuramente piùdella privacy degli utenti. Questo è dimostrato dal sistema adottato da Facebook pr prevenire ogni forma di pericolo.

Il sistema infatti tiene sotto controllo tutte le nostre chat ,messaggi e stati tramite un sistema automatico e in caso di parole ” a rischio emergenza” o comportamenti considerati anomali interviene anche la parte umana. Il sistema è stato collaudato incastrando un tentativo di pedofilia .

 

Windows dice stop alla lettura di DVD di default

Posted on : 13-07-2012 | By : admin | In : Altre news, News software e OS

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Microsoft ha rilasciato ufficialmente la notizia dell’abbandono dei DVD e Blu Ray , supporti  ottici in declino nelgli Stati Uniti ed effettivamente antiquati se paragonati ai contenuti presenti online o su Hard Disk. Il nuovo sistema operativo , pertanto, non supporterà di default  la lettura di questi supporti, in quanto Windows Media Center sarà sprovvisto di tale funzione . La soluzione consiste nell’acquisto di un pacchetto aggiuntivo,ma ovviamente risulterà più conveniente l’installazione di software freeware come VLC (presente nel nostro catalogo software).

32bit e 64bit : piccoli cenni storici e utilizzo della RAM

Posted on : 04-04-2012 | By : admin | In : Altre news, OS Windows per PC

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Se acquisti un PC nel 2012 , al 99% ci sarà installato un sistema operativo a 64bit. La stessa cosa non si poteva però dire quanche anno fa (2008-2009) ed era invece opposta la percentuale a fine anni 90 ( cioè i sistemi a 64bit c’erano solo sui supercomputer,server e workstation particolari ) .

Le differenze tra questi due sistemi sono molti e possiamo analizzarle sotto molti punti vi vista. Tuttavia questo articolo vuole solo essere un approfondimento dell’articolo riguardante la memoria RAm da installare su un PC.

Come specifcato nell’articolo linkato qui sopra, i sistemi a 32bit sono in grado di utilizzare 4gb massimi di ram (in realtà tale valore può variare da 3 a 3,5gb circa) . Per questo motivo è stato necessario ,nel tempo, programmare software con architettura a 64bit,permettendogli di sfruttare quantitativi di memoria superiori. Il passaggio dei sistemi operativi e software  da 32 a 64bit ha segnato un passo davvero importante sia dal punto vista della potenza delle macchine, sia dal punto di vista di riprogrammazione software nella nuova versione.

La scelta tra un sistema a 32bit e quello a 64bit era relativamente problematica negli anni 2006-2008 , quando erano diffuse queste tecnologie anche per gli acquirenti comuni mortali e in contemporanea si stavano diffondendo macchine preassemblate con 3-4gb di ram. Infatti è opportuno far notare che nei sistemi a 64bit il sistema stesso tende a usare più memoria di quella che gli necessita realmente e a gonfiare le risorse utilizzate. Si trattava quindi di  macchine che non erano eccessivamente potenti  ed era quindi indubbio un vantaggio della versione a 64bit rispetto alla 32.

Attualmente questo problema non si verifica , in quanto qualsiasi macchina in commercio ora ha almeno 4gb , ma la maggiorparte ne possiede 6 o 8.  Per questo motivo vengono installati quasi esclusivamente sistemi a 64bit, i quali possono sfruttare software sia a 32 che a 64bit.

Altre informazioni sull’argomento sono visualizzabili qui.

Client Tribler, avrà successo?

Posted on : 15-03-2012 | By : admin | In : News pirateria ,sicurezza e truffe, News software e OS, Servizi online

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

La recente disfatta di nuomerosi sitidi file sharing ha veramente dato un duro colpo alla pirateria informatica. Un gruppo di studiosi ,già qualche anno fa, hanno messo a punto un client basato sul protocollo BitTorrent. Caratteristica particolare di questo client è il fatto di basarsi sui torrent posseduti esclusivamente dagli altri utenti. E’ quindi il classico peer to peer, nulla di particolarmente nuovo, ma applicato al mondo dei torrent . I file da scaricare dovranno quindi essere presenti su altri PC di altri utenti. Tribler, attualmente, non è utilizzato da molte persone, pertanto non si rivela particolarmente ottimale. Tuttavia la chiusura dei siti di file-sharing più famosi potrebbe comportare una esponenziale crescita degli utenti di Tribler.

Auguri di buon Natale e felice anno nuovo!

Posted on : 25-12-2011 | By : admin | In : Senza categoria

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1

Lo staff di Megaweb intende augurare a voi e alle vostre famiglie un Buon Natale e un felice anno nuovo. Speriamo veramente che nel prossimo 2012 ci possano essere periodi migliori a quelli passati in questo 2011.

Vi riproponiamo,per questo Natale, l’articolo che spiega come truccare il PC per questa fantastica festa!

Falsi antivirus: registrato un calo, ma è ancora una minaccia!

Posted on : 24-12-2011 | By : admin | In : News pirateria ,sicurezza e truffe

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

0

G Data, nel suo periodico rilascio di informazioni e statistiche, ha rilevato un calo di infezioni dovute all’uso di falsi antivirus. Questa tipologia di minaccia,sebbene abbia subito un calo, è ancora largamente utilizzata. Gli utenti,navigando su internet, vengono avvisati di presunte minacce presenti sul PC. Ci si presenta quindi un invito a scaricare gratuitamente il falso antivirus, che poi andremo ad installare.

Per evitare infezioni controllate sempre ciò che scaricate: fatelo siti web ufficiali e/o sicuri. Inoltre sarebbe cosa utile cercare informazioni e recensioni di un software prima di scaricarlo!

 

Natale 2011: Trucchiamo il PC

Posted on : 18-12-2011 | By : admin | In : OS Windows per PC

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Considerando che manca meno di una settimana al Natale, ho pensato di creare questo articolo in moda raccogliere alcune piccole cose carine che possiamo fare. Questo articolo in particolare tratterà la grafica del computer,ovvero sfondi per il desktop e piccoli programmini che possano rendere il PC più adatto all’atmosfera natalizia. Cominciamo:

-Tema natalizio W7 : Il tema comprende uno sfondo natalizio,una musichetta ,il cambio di qalche icona,ecc…  Trova che sia un’idea veramente carina per decorare il nostro PC,perlomeno in questi giorni. Per poter cambiare il tema al PC non ci resta che scaricare la cartella compressa qui . Dopodichè dobbiamo estrarre la cartella contenuta in quella compressa e fare doppio click su “Christmas_win-7themes.blogspot” . Il tema cambierà automaticamente e quello che avevate in precedenza rimarrà comunque visibile e potrete rimetterlo quando volete. p.s = questo è uno dei tanti temi natalizi,quello che vi consiglio.

-Sfondi per il Desktop: semplici sfondi per il PC . Scaricate la cartella e scegliete l’immagine che più vi piace per il desktop

-Luci di natale: scarica la cartella,estrai e avvia il file. Questo mini software è veramente leggero.

 

Impara l’elenco delle emoticons su Facebook e semplifica la scrittura delle più comuni!

Posted on : 23-09-2011 | By : admin | In : Altri metodi comunicazione online, OS Windows per PC, Servizi online, Social network

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Le emoticons,ovvero le conosciutisime faccine ormai usate in tutti i social network, hanno compiuto ieri 22 settembre  ben 30 anni . Tanti auguri !!! :-)

Per la precisione ,la faccina che ho scritto qui sopra è stata la prima ad essere creata dall’ingegnere informatico Scott Fahlman.

E quale migior occasione per mostrarvi un’estensione perMozilla Firefox  che vi permetterà di animare le vostre chat Facebook e i vostri stati in modo più originale? Bene ,cominciamo :) .

Innanzitutto dobbiamo procurarci il browser Mozilla Firefox ,scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale e da altre decine di canali.

Il secondo passo consiste nel trovare uno script o un’estensione del browser. Ce ne sono tanti in giro ,ma la maggiorparte sono capaci di creare dei bei casini, in quanto veri e propri software. Altri ,invece, non funzionano o non sono soddisfacenti.

Io consiglio di installare l’estensione Greasemonkey,scaricabile da qui e utile per moltissime altre cose, come dimostrano le altre guide presenti in Megaweb.

Una volta installata l’estensione Greasemonkey ci manca il vero e proprio script. Tra gli script che consiglio c’è sicuramente questo ,che non fa altro che aggiungere la lista delle classiche emoticons una volta aperta la chat con un contatto. In questo modo basterà cliccare sulla emoticons senza scriverla sulla tastiera!

molti altri siti o blog spiegano invece come aggiungere alte faccine attraverso un’estensione del browser,come ad esempio Facemods. Tuttavia io sconsiglio vivamente tali estensioni che ,tra laltro, non sono scaricabili direttamente dal sito ufficiale di Mozilla o dal suo store ufficiale. Dopo aver provano alcune di quelle estensioni mi sono infatti reso conto che sono dei veri e propri software che si installano a parte (e quindi appariranno nel pannello di controllo) e non mi hanno soddisfatto: pubblicità ,alcuni malfunzionamenti ,ecc…

Quindi ,in conclusione, consiglio l’installazione della sola estensione Greasemonkey e dello script linkato e ,in ogni caso, non installate software esterni da mozilla che vengono “spacciati” per estensioni ufficiali di Mozilla.

p.s = ho citato Mozilla Firefox perchè lo ritengo il miglior browser in circolazione attualmente,ma sicuramente ci sarà il plugin analogo per altri browser

 

Sistema Solare in 3D

Posted on : 07-09-2011 | By : admin | In : Altri software

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

0

Un software più che altro utile alla didattica su argomenti riguardanti il sistema solare . Questo programma,sostenuto e progettato dalla NASA, vi permette di osservare il nostro sistema solare,ovvero il sole,i pianeti,i satelliti e alcuni asteroidi . Ci permette anche di vedere le orbite dei pianeti e i loro movimenti in modo accellerato. Come già detto prima, un software molto utile in ambito didattico. Per  scaricarlo seguite questo link

 

PRO : software ben fatto,realisticità accettabile, ufficializzato dallaNASA,utile alla didattica

CONTRO: è in inglese

VALUTAZIONE : 7.0

Recuperare/resettare password W7

Posted on : 07-08-2011 | By : admin | In : Guide hacking, OS Windows per PC

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Con tutte le password che i servizi ci chiedono è molto facile dimenticarne qualcuna. L’unica differenza tra le password  dei vari servizi online e quella di Windows è che non esistono modi “ufficiali” per recuperarle ,a parte installare da capo il sistema operativo,perdendo così tutti i dati.

Per fortuna ci vengono incontro dei programmini che avviati dal bios e/o sfruttando qualche bug riescono a recuperare la passowrd o,come accade più spesso, a rimuoverla (permettendoci di accedere al PC ed eventualmente impostarne una nuova).

Se da una parte questi programmini possono essere d’aiuto agli onesti e sbadati proprietari di computer con W7 ,dall’altra parte bisogna considerare che potrebbero essere utilizzati da malintenzionati ,a dimostrazione che la password di W7 può essere aggirata con una certa facilità.

Il primo software che vado a mostrarvi si chiama “Offline NT Password” . Premetto che questo è un software che resetta la password (ma non la scopre) .

1)Per resettare la password con questo software hack, dobbiamo innanzitutto scaricarlo da qui.

2)Dopo aver scaricato la cartella zippata decomprimiamo il file che si trova all’interno: è in file ISO, cioè una cosiddetta “immagine”  che dobbiamo masterizzare su un cd nuovo (vergine). Per masterizzarla possiamo utilizzare diversi programmi,come Nero ,Alchool 120% o altri.

3)Ora dobbiamo impostare il computer dal bios in modo che all’avvio legga prima il CD e dopo l’hard disk. Per fare ciò entriamo nel bios (il tasto può variare da bios a bios) e andiamo nella sezione “boot sequence”. Questa sezione può chiamarsi anche con un diverso nome,ma se masticate un minimo di inglese non vi sarà difficile “impostare la sequenza d’avvio”. In questo modo quando avvieremo il computer verrà letto prima il Cd con il nostro software e dopo l’hard disk con il sistema operativo. Il software cancella la password e quindi quando verrà caricato W7  il vostro account risulterà senza password.

Una volta avviato il CD da BIOS seguiamo questa procedura:

4)premere invio per iniziare la procedura

5)Digitare la lettera D e premere Invio . In questo modo il programma rintraccia tutte le partizioni

6) vi verrà mostrato un elenco delle partizioni. Selezionare quella in cui c’è installato W7  (digitando 1,2,3,ecc) e premere Invio.

7)Digitare il numero 1 e premere Invio per avviare il reset della password

8) Digitare il numero 1 e premere Invio per confermare la modifica di nome utente e password per l’accesso a Windows

9)Digitare il nome utente dell’account di cui s’intende resettare la password (es. Admin) e premere il tasto Invio per confermare

10)Digitare il numero 1 e premere Invio per confermare la cancellazione della password per l’account selezionato;

11) Digitare in sequenza i seguenti comandi per completare l’operazione e chiudere Offline NT Password & Registry Editor: !, q, y, n, exit.

Ovviamente a procedura finita conviene riportare la sequenza del boot allo stato originario se l’avete cambiata.

P.S = se il software vi chiede la posizione del SAM sappiate che può variare a secondadel PC ,ma è quasi sempre qui : “c:winnt/system32/config” o “c:windows/system32/config” .

 

Il secondo software che vado ad illustrare è diverso da quello precedente perchè “cracca” la password e ve la mostra.Questo programma si chiama Ophcrack.

1) Scarichiamolo da qui

2)Masterizzare l’immagine su Cd

3)Inserisci il PC nel computer bloccato . Spegnilo e riaccendilo.

4) il Cd parte in automatico e a questo punto vi chiederà come avviarlo: avvialo come  “Ophcrack graphic mode automatic”.

5)Il software parte e ti cracca la password. Potrebbe metterci anche mezz’ora o un’ora e durante questo tempo non fare niente. Una volta craccata la password vienemostrata.

6) togli il Cd e riavvia il PC

7) inserisci la password che il software ti ha craccato ed entra in W7.

 

Il terzo e ultimo software che vi mostro si chiama Trinity Rescue Kit. E’ un Kit che serve a fare diverse cose e può essere usato anche nel nostro caso.

1)scarichiamolo da qui

2)masterizziamo l’immagine scaricata su CD e inseriamo il CD nel computer

3)riavviamo il PC (con il cd dentro) e avviamo il software presente nel CD (se non si avvia da solo dobbiamo farlo dal BIOS come visto per il primo software)

4)Al primo menu proposto selezionate “Run Trinity Rescue Kit 3.4″, ossia il predefinito.

5)Il secondo menu vi mostra tutte le opzioni disponibili in questa suite. Io, ovviamente, ho selezionato “Windows password resetting” e dato Invio.

6)nel menù che vi si mostra selezionate l’opzione che riguarda l’account amministratore (opzione di default) .

7) il software eseguirà i suoi processi e eliminerà la password dell’amministratore.

p.s = questo software varia i suoi procedimenti a seconda della versione. Potrete trovare infatti menù leggermente diversi da quelli descritti.