Crea sito

Featured Posts

  • Prev
  • Next

GTA V versione PC: uscita entro il 2013?

Posted on : 20-09-2013 | By : admin | In : Da installare

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Il quinto capitolo della saga Grand Theft Auto  potrebbe uscire in versione PC entro il 2013 . Ad annunciarlo alcune offerte spuntate su Amazon e altri siti di commercio online europei.

Come si può verificare dallo screenshot qui sopra e da altri presenti su Amazon.de o Amazon.fr , la data di uscita dovrebbe essere il 22 novembre 2013 , ovvero una settimana prima rispetto all’uscita della nuova console di Sony Playstation 4.
Il prezzo si dovrebbe aggirare intorno ai 50€ per la versione normale.

Riportiamo ora i link al prodotto, sperando che non venga cancellato o modificato di URL :

GTA V Amazon.de
GTA V Amazon.fr

GTA V Gameseek

Recuperare/resettare password W7

Posted on : 07-08-2011 | By : admin | In : Guide hacking, OS Windows per PC

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Con tutte le password che i servizi ci chiedono è molto facile dimenticarne qualcuna. L’unica differenza tra le password  dei vari servizi online e quella di Windows è che non esistono modi “ufficiali” per recuperarle ,a parte installare da capo il sistema operativo,perdendo così tutti i dati.

Per fortuna ci vengono incontro dei programmini che avviati dal bios e/o sfruttando qualche bug riescono a recuperare la passowrd o,come accade più spesso, a rimuoverla (permettendoci di accedere al PC ed eventualmente impostarne una nuova).

Se da una parte questi programmini possono essere d’aiuto agli onesti e sbadati proprietari di computer con W7 ,dall’altra parte bisogna considerare che potrebbero essere utilizzati da malintenzionati ,a dimostrazione che la password di W7 può essere aggirata con una certa facilità.

Il primo software che vado a mostrarvi si chiama “Offline NT Password” . Premetto che questo è un software che resetta la password (ma non la scopre) .

1)Per resettare la password con questo software hack, dobbiamo innanzitutto scaricarlo da qui.

2)Dopo aver scaricato la cartella zippata decomprimiamo il file che si trova all’interno: è in file ISO, cioè una cosiddetta “immagine”  che dobbiamo masterizzare su un cd nuovo (vergine). Per masterizzarla possiamo utilizzare diversi programmi,come Nero ,Alchool 120% o altri.

3)Ora dobbiamo impostare il computer dal bios in modo che all’avvio legga prima il CD e dopo l’hard disk. Per fare ciò entriamo nel bios (il tasto può variare da bios a bios) e andiamo nella sezione “boot sequence”. Questa sezione può chiamarsi anche con un diverso nome,ma se masticate un minimo di inglese non vi sarà difficile “impostare la sequenza d’avvio”. In questo modo quando avvieremo il computer verrà letto prima il Cd con il nostro software e dopo l’hard disk con il sistema operativo. Il software cancella la password e quindi quando verrà caricato W7  il vostro account risulterà senza password.

Una volta avviato il CD da BIOS seguiamo questa procedura:

4)premere invio per iniziare la procedura

5)Digitare la lettera D e premere Invio . In questo modo il programma rintraccia tutte le partizioni

6) vi verrà mostrato un elenco delle partizioni. Selezionare quella in cui c’è installato W7  (digitando 1,2,3,ecc) e premere Invio.

7)Digitare il numero 1 e premere Invio per avviare il reset della password

8) Digitare il numero 1 e premere Invio per confermare la modifica di nome utente e password per l’accesso a Windows

9)Digitare il nome utente dell’account di cui s’intende resettare la password (es. Admin) e premere il tasto Invio per confermare

10)Digitare il numero 1 e premere Invio per confermare la cancellazione della password per l’account selezionato;

11) Digitare in sequenza i seguenti comandi per completare l’operazione e chiudere Offline NT Password & Registry Editor: !, q, y, n, exit.

Ovviamente a procedura finita conviene riportare la sequenza del boot allo stato originario se l’avete cambiata.

P.S = se il software vi chiede la posizione del SAM sappiate che può variare a secondadel PC ,ma è quasi sempre qui : “c:winnt/system32/config” o “c:windows/system32/config” .

 

Il secondo software che vado ad illustrare è diverso da quello precedente perchè “cracca” la password e ve la mostra.Questo programma si chiama Ophcrack.

1) Scarichiamolo da qui

2)Masterizzare l’immagine su Cd

3)Inserisci il PC nel computer bloccato . Spegnilo e riaccendilo.

4) il Cd parte in automatico e a questo punto vi chiederà come avviarlo: avvialo come  “Ophcrack graphic mode automatic”.

5)Il software parte e ti cracca la password. Potrebbe metterci anche mezz’ora o un’ora e durante questo tempo non fare niente. Una volta craccata la password vienemostrata.

6) togli il Cd e riavvia il PC

7) inserisci la password che il software ti ha craccato ed entra in W7.

 

Il terzo e ultimo software che vi mostro si chiama Trinity Rescue Kit. E’ un Kit che serve a fare diverse cose e può essere usato anche nel nostro caso.

1)scarichiamolo da qui

2)masterizziamo l’immagine scaricata su CD e inseriamo il CD nel computer

3)riavviamo il PC (con il cd dentro) e avviamo il software presente nel CD (se non si avvia da solo dobbiamo farlo dal BIOS come visto per il primo software)

4)Al primo menu proposto selezionate “Run Trinity Rescue Kit 3.4″, ossia il predefinito.

5)Il secondo menu vi mostra tutte le opzioni disponibili in questa suite. Io, ovviamente, ho selezionato “Windows password resetting” e dato Invio.

6)nel menù che vi si mostra selezionate l’opzione che riguarda l’account amministratore (opzione di default) .

7) il software eseguirà i suoi processi e eliminerà la password dell’amministratore.

p.s = questo software varia i suoi procedimenti a seconda della versione. Potrete trovare infatti menù leggermente diversi da quelli descritti.

 

Windows Vista: moderno, ma vincerebbe il premio per la critica negativa

Posted on : 21-01-2011 | By : admin | In : Sistemi operativi

Tag:, , , , , , , , ,

0

Per quanto riguarda Windows Vista ci sono un po’ di cosette da dire.Prima di tutto perchè è abbastanza recente e quindi molti utenti ancora ce l’hanno e di conseguenza vale la pena farci un discorsetto un po’ più lungo di windows XP. In secondo luogo Vista è stato al centro di numerose discussioni sulla sua positività o negatività.Ma partiamo con una piccola introduzione storica:Windows Vista viene rilasciato nel 2006 come sitema operativo successivo a windows XP,ma in realtà è divenuta disponibile in tutto il mondo il 30 Gennaio del 2007 con la messa in vendita ufficiale.Lo scopo pimario di Windows Vista era di riparare le lacune che presentava XP da un punto di vista della sicurezza.Tuttavia Windows Vista ha ricevuto numerose critiche negative legate alle elevate richieste di risorse hardware, decisamente maggiori di Windows XP. Inoltre anche per il problema dello svariato numero di software e programmi non compatibili con il sistema operativo ed un consumo di elettricità superiore rispetto al suo predecessore, al punto da spingere numerosi utenti insoddisfatti a tornare al vecchio sistema operativo di Microsoft.Anche per questo sistema operativo sono uscite più versioni,come la starter ,la basic e la ultimate(che sono le più celebri,ma in realtà ne sono uscite altre ufficiali).Anche questo sistema operativo è stato aggiornato attraverso diversi service pack ,l’ultimo dei quali è stato reso disponibile nel 2010. Vediamo ora nel dettaglio le critiche che sono state fatto a Windows Vista,al punto di riempire di citazioni negative forum e siti vari ,senza considerare le varie manifestazioni come la “Bad Vista” o “occhio a Vista”,i quali proclamavano i difetti di questo sistema operativo.Essendo le critiche innumerevoli su questo sistema operativo cercherò di essere  ordinato e comprendibile.Che cosa non va in Windows Vista? In primo luogo ci sono troppe limitazioni,dvute alla sicurezza ma anche ad altro. Generalmente un sistema operativo permette all’utente di fare di più.In secondo luogo questo sistema operativo viene venduto a licenza e anche acquistandolo regolarmente non lo si possiede,o per dir meglio,non si possiede sott’occhio il codice sorgente .Un’altra critica che viene assegnata a Windows Vista  riguarda l’aspetto grafico,che imita il sistema operativo di Apple ( Mac OS X).Poi ci sono state critiche per quanto riguarda ,come detto prima,il consumo energetico,di spazio e di memoria.Come potrete ben intuire il problema dell’energia consumata diventa un bel problema per i notebook.L’utilizzo di Vista riduce le prestazioni dei videogiochi dato che molte risorse del computer vengono utilizzate dal sistema operativo. Per esempio i giochi basati sul Source engine (Half Life 2, Counter Strike: Source, ecc.) e i giochi basati sul motore di Doom 3 (Doom 3, Quake 4, ecc.) mostrano un deperimento delle prestazioni e una riduzione dei fotogrammi per secondo rispetto al sistema operativo Windows XP sulla medesima macchina.Chiaramente oltre alle critiche si accompagnano anche recensioni positive ,anche se in minor numero. Ad esempio in alcune recensioni ho potuto leggere alcune opinioni che definivano Windows Vista come un buon sistema operativo,e i produttori di software poco aggiornati. Questo è tanto per fare un esempio. In altre parole girano la versione in modo da non colpevolizzare Vista. Altre recensioni indicano invece che Vista non sia così pesante come si dice. In questo caso purtroppo mi tocca smentire. Windows Vista ,in effetti, è troppo pesante per quello che fa. Avrà sì una buona grafica rivoluzionaria rispetto ad XP,ma non tutti dispongono di computer nuovi e con 1-2 GB di RAM e quindi non tutti possono supportare un sistema simile in modo ottimale. Certo,per qualcuno 2 GB di RAM(circa) possono sembrare una nullità,ma effettivamente è troppo a mio parere. Ed infatti la stessa Microsoft ha ammesso di aver messo sul mercato una gran falla e che il sistema operativo presentato non era in realtà quello che volevano creare.Ed è anche per questo che è stato reso possibile ai possessori di Windows Vista di retrocedere gratuitamente a Windows XP (solo per le versioni di Vista preinstallate sul pc).Tutto sommato,come ha parzialmente ammesso Microsoft,Vista è stato un buco nell’acqua e non ha avuto la longevità di XP ovviamente.Infatti è stato sostituito dal 22 ottobre 2009 da Windows 7. (recensione:Luca93)

Windows XP: lo storico di Micorsoft e per molti il preferito.

Posted on : 21-01-2011 | By : admin | In : Sistemi operativi

Tag:, , , , , , , , ,

0

E’ quasi impossibile non conoscere windows xp,perchè è stato uno degli ultimi sistemi operativi di microsoft ed è stato anche molto longevo perchè ha portato una rivoluzione nei sistemi operativi senza occupare troppo spazio e troppa memoria.Windows XP ,chiamato così perchè deviva dalla parola Windows eXPerience è stato rilascaito alla fine dell’ottobre del 2001 ed è stato utilizzato come sistema operativo ufficiale fino al rilascio del sistema operativo successiovo,Windows Vista,che è stato un vero buco nell’acqua per i motivi che potrete leggere nella recensione dedicata appunto a lui.A partire dall’ottobre del 2010,con il rilascio anche di Windows 7,Windows XP non viene più montato sui computer,anche se viene montato su alcuni mini notebook (o netbook).L’obiettivo era quello di “far dimenticare” alla gente windows XP,ma purtroppo questo sistema operativo sembra non voler morire mai.Ed in effetti resta una delle ottime invenzioni in casa Microsoft.Windows XP è un’evoluzione di Windows 2000. La novità più appariscente è la nuova interfaccia grafica, che ha uno stile più moderno ed accattivante. Al di là dell’aspetto grafico, è stato riprogettato il menu di avvio (start menu) introdotto nel 1995 con Windows 95, che ora integra al suo interno le icone che fino ad allora erano presenti sul desktop.l Service Pack 1 (SP1) per Windows XP è stato rilasciato il 9 settembre 2002,Il Service Pack 2 (SP2) è stato rilasciato il 6 agosto 2004 e il Service Pack 3 (SP3) è stato rilasciato in versione Release to manufacturing il 21 aprile 2008 (con numero di build 5.1.2600.5512.xpsp.080413-2111) e ufficialmente rilasciato il 7 maggio 2008.Come già detto prima sembra proprio che windows XP faccia fatica a farsi dimenticare,considerando che sono passati ben 9 anni.Il rilascio dei due sistemi operativi successivi,Vista e Seven,non sembra aver accontentato troppo gli utenti.Ed è per questo che sarà possibile eseguire gratuitamente,senza dover acquistare quindi nulla,il downgrade a windows XP.D’altra parte Microsoft tende a vendere i nuovi sistemi operativi: ha già affermato infatti che il nuovo Internet Explorer (cioè la versione 9) non girerà su windows XP ,tagliando fuori milioni di pc che dovranno utilizzare un altro bronswer.Certo nulla di tragico,ma si intuisce sotto un certo aspetto che Microsoft desidera che gli utenti si abituino ai nuovi sistemi operativi.Inoltre ci sarebbe un’altro problema.alla base della decisione ci sarebbe qualche motivazione tecnica: secondo Microsoft Windows XP  non sarebbe stato in grado di supportare l’accelerazione hardware; eppure sia Chrome 7 che Firefox 4 gireranno sotto XP e ne disporranno, sia pure in maniera limitata.

Pare quindi più logico pensare che l’azienda di Redmond cerchi di sfruttare Internet Explorer 9 per convincere gli utenti a passare a Windows 7, con particolare riferimento alle aziende, dove ancora spopola l’accoppiata Windows XP/Internet Explorer 6, con gli ovvi pericoli per la sicurezza.Siccome questa recensione di windows XP vuole spiegare brevemente la storia di questo sistema operativo,dovremmo parlare anche un po’ di Hardware minimo per supportarlo.Certamente dare questi valori oggigiorno sarebbe da ridere,ma questi dati possono essere utili nel caso abbiate un vecchissimo computer che vorreste riportare in vita.La dotazione Hardware richiesta per installare XP era abbastanza corposa per i tempi: per riuscire a sfruttare appieno le nuove caratteristiche era necessario essere dotati di un processore da almeno 300 MHz, 128 Mbyte di Ram, 1,5 Gb di spazio su Hard disk , una scheda grafica Svga (800×600), Cd-Rom e scheda audio compatibile.Ad oggi sembra veramente nulla,ma nell’ottima di quei tempi non lo era affatto.Essendo un sistema operativo largamente utilizzato ma ormai superato non ci soffermiamo su altre caratteristiche e altre notizie che verranno invece trattate per i sistemi operativi più recenti.(recensione:Luca93)